Reggio Calabria: la “Virtus Reggio” continua a mietere successi sportivi

La “Virtus Reggio” continua a mietere successi sportivi

Claudio

Claudio

La “Virtus Reggio”, società di ginnastica ritmica presente da circa 40 anni sul territorio, continua a mietere successi sportivi e non solo. Presso il Pianeta Viola si è svolta la 38ma edizione della manifestazione di ginnastica ritmica della società. Si chiude così un intenso anno di lavoro, costellato di successi, con il consueto saggio di fine anno presentato dalla giornalista Alessandra Giulivo, che ha visto tutte le atlete esibirsi in esercizi di squadra, ammaliando la numerosa platea del centro sportivo di Reggio Calabria. Passione unita alla professionalità nonché all’impegno costante, è questo il segreto del team tutto familiare che vede come pilastri Rocco Loprevite, tecnico specialista nazionale della ginnastica artistica, riconfermato delegato provinciale della FGI per il 2017-2020 e Stella d’Argento al Merito Sportivo, Rina Albanese, tecnico e giudice nazionale, Palma al Merito Tecnico,Carmen Loprevite, campionessa con tanti anni di carriera alle spalle e con la collaborazione di Dorotea Aiello.La “Virtus Reggio”, società leader, nel corso degli anni, ha ottenuto risultati di valore, difficilmente raggiungibili, tra i quali: 20 titoli italiani, “Stella al merito sportivo” conferita dal CONI Nazionale, “Stella al merito sportivo” conferita dalla FGI, finalista per l’accesso alla serie A di ginnastica ritmica riservato soltanto ad 8 squadre in Italia, diploma di “Scuola di Ginnastica” conferito sempre dalla FGI, che rappresenta un marchio di qualità che contraddistingue le società di valore.

Sulle note della celebre canzone degli U2, “One Love”, hanno fatto il loro ingresso le ginnaste. Canzone scelta non a caso per sottolineare il forte amore che le allieve nutrono nei confronti della ginnastica ritmica. Dopo la presentazione di tutte le ragazze facenti parte della società, è stata la volta delle prime esibizioni. Gli esercizi, ideati dalle istruttrici, secondo esigenze tecniche, hanno messo in risalto l’espressività ed il carattere delle atlete, che, dalle giovanissime alle junior e senior, li hanno eseguiti con grazia, eleganza, versatilità e coordinazione, utilizzando cerchio, nastro, fune, clavette e palla. Le piccine hanno incantato il pubblico, accompagnate da musiche suggestive. Piccoli attrezzi della ritmica trasformati in simboli della natura, con i quali interagire in maniera soave, una stella come simbolo di preghiera per portare amore e gioia nei cuori, ed ancora un orologio, inni alla a dalla FGI, finalista per l’accesso alla serie A di ginnastica ritmica riservato soltanto ad 8 squadre in Italia, diploma di “Scuola di Ginnastica” conferito sempre dalla FGI, che rappresenta un marchio di qualità che contraddistingue le società di valore. Sulle note della celebre canzone degli U2, “One Love”, hanno fatto il loro ingresso le ginnaste. Canzone scelta non a caso per sottolineare il forte amore che le allieve nutrono nei confronti della ginnastica ritmica. Dopo la presentazione di tutte le ragazze facenti parte della società, è stata la volta delle prime esibizioni.

Gli esercizi, ideati dalle istruttrici, secondo esigenze tecniche, hanno messo in risalto l’espressività ed il carattere delle atlete, che, dalle giovanissime alle junior e senior, li hanno eseguiti con grazia, eleganza, versatilità e coordinazione, utilizzando cerchio, nastro, fune, clavette e palla. Le piccine hanno incantato il pubblico, accompagnate da musiche suggestive. Piccoli attrezzi della ritmica trasformati in simboli della natura, con i quali interagire in maniera soave, una stella come simbolo di preghiera per portare amore e gioia nei cuori, ed ancora un orologio, inni alla pace ed alla fratellanza. Al termine della manifestazione sono state premiate le ginnaste che si sono aggiudicate il primo posto al Campionato nazionale della F.g.i. e della Libertas.