Reggio Calabria, grande successo per l’evento “Muse e Musiche della Magna Grecia”

reggio-miramare-riaperto-7Nel suggestivo scenario dell’albergo Miramare di Reggio Calabria si è svolto sabato scorso l’evento artistico “Muse e Musiche della Magna Grecia” un percorso immateriale tra i meandri della grecità, dove la bellezza musicale, orchestrale, spirituale degli strumenti e delle sonorità grecaniche interpretate dal gruppo musicale calabrese gli Agoria, si è integrata alla bellezza della femminilità greca con le sue muse interpretate da Laura Borruto, Violetta Novikova, Lucia Ieracitano, Chiara Bondarenko, Kerin Polimeni, Melania lo Giudice, Arianna Delfino, Angela Aglieco, Manuela Tornese e Donatella Tripodi, ai leggeri passi di danza delle ballerine della scuola Real Dance, alle poesie in lingua Greca di Calabria di Teresa Pietropaolo,   in un immagine scenica di straordinario impatto visivo curata dallo scenografo Carmelo Maiolo, dove musica e bellezza si sono coniugate magistralmente all’arte sartoriale di Renè Bruzzese e agli affascinanti gioielli dell’artista Teocle Bijoux.

L’evento presentato da Marco Mauro e curato da Marcello Alampi dell’associazione Kalabria 2001 e dal liceo artistico “Mattia Preti – Frangipane,” fa parte del cartellone di eventi del Festival delle Arti della Magna Grecia – FAMag, progetto culturale ideato e prodotto dall’associazione Culturale Arte e Spettacolo “Calabria dietro le quinte” e finanziato dall’intervento “Creazione del distretto culturale  e relativa programmazione ed organizzazione di eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” PISU di Reggio Calabria – POR FESR 2007-2013 – PAC Calabria. Un bellissimo viaggio storico-culturale articolato tra bellezza, mitologia, musica, poesia e danza. A Gianni Sorci è stato affidato il compito di rendere ancora più belle le Muse con acconciature tipiche dell’epoca mentre Davide Agostino ha scelto brani musicali creando l’atmosfera giusta per una serata indimenticabile. Le Muse hanno letteralmente incantato il pubblico partecipe, per la loro bellezza e dolcezza, ogni ragazza ha personificato una precisa Musa entrando in scena con gli oggetti che storicamente la caratterizzano (mappamondo, maschere greche, cetra, flauto, pergamena, coroncine dorate).

Lo spettacolo ha concluso l’iniziativa artistica “La Giornata delle arti” svoltasi nella stessa giornata nello scenario di Piazza Italia con la partecipazione di giovani artisti reggini che hanno animato gli spazi con installazioni, esposizioni e performance di pittura, scultura, alternative art, danza e teatro di strada. Il programma del FAMaG prosegue il 21 giugno al teatro “Zanotti – Bianco” con il laboratorio di teatro danza curato da Giovan Battista Gangemi per i ragazzi con disabilità e sabato 24 giugno presso il Parco Ecolandia – ex forte Gullì con i laboratori per bambini “A spasso nella Magna Grecia”. Per maggiori informazioni www.festivalartimagnagrecia.it