Reggio Calabria: firmato accordo con le Associazioni per le locazioni

Firmato a Reggio Calabria accordo con le associazioni per le locazioni

accordo-comune-reggio-associazioni-per-locazioni-immobiliari-7Oggi le Associazioni dell’Ania, nella persona di Vincenzo Leotta, di Confabitare, nella persona di Giovanni Malara, del Conia, nella persona di Giuseppe Basile, di Federproprietà, nella persona di Aldo De Caridi, del Sicet, nella persona di Christian Demasi, dell’Uppi, nella persona di Giovanni Violi, accompagnati dal consigliere dott. Rocco Albanese sempre attento alle problematiche del settore delle locazioni per i conseguenti risvolti sociali, hanno depositato presso il Segretario comunale, dott.ssa Acquaviva, il protocollo integrativo all’Accordo territoriale decentrato del 26 marzo 2015 con cui si recepiscono i dettami del Decreto Ministeriale Infrastrutture e Trasporti del 16/01/2017 pubblicato sulla G.U. n. 62 del 15 marzo 2017 e più in particolare il comma 8 dell’art. 1, il comma 8 dell’art. 2, il comma 5 dell’art. 3 in cui stabilisce che per i contratti di locazione che prevedano agevolazioni fiscali , e pertanto parliamo dei contratti art. 2, comma 3, e art. 5, commi 1 e 2, e che non siano nella loro stesura assistiti da organizzazioni sindacali, è necessario il rilascio di una Attestazione di rispondenza dei contenuti economici e normativi del contratto all’Accordo territoriale del Comune in cui contratti stessi siano stati stipulati.  Pertanto a far data 01/07/2017 i contratti di locazione che potranno usufuire delle agevolazioni fiscali, e che non siano assistiti, dovranno riportare questa Attestazione sottoscritta da almeno una fra le Associazioni firmatarie.

Le Associazioni sopra citate, tutte firmatarie dell’Accordo territoriale del 26/03/2015, ad eccezione della Confedilizia e del Sunia, che non hanno ancora aderito ma che auspichiamo possano aderire quanto prima possibile, potranno adesso attestare, validando così la congruità del canone di locazione, la rispondenza ex DM dei nuovi contratti di locazione che dovranno essere redatti esclusivamente, come già imposto dal D.M. del 30/12/2002 e riconfermato dal D.M. del 16/01/2017, sui modelli tipo , allegato A, allegato C, allegato E, rispettivamente contratto individuale, contratto transitorio, contratto per studenti universitari, bene esposti sul sito del Comune di Reggio Calabria da cui si possono scaricare e si devono utilizzare nelle tre differenti modalità. E’ bene ricordare che l’adozione dei contratti di locazione cd agevolati consente anche nel 2017 a livello locale l’IMU al 4,5 per mille e a livello irpef o la cedolare secca al 10% oppure la riduzione del 30% dell’imponibile sui cui tassare il reddito da fabbricati anche se questa opportunità è meno vantaggiosa della cedolare secca che con il solo 10% accorpa anche addizionale comunale e regionale. Ai conduttori residenti anagraficamente in un immobile abitativo locato con contratto a canone convenzionato non solo non viene fatta pagare la Tasi nella percentuale fissata dai Comuni fra il 10% e il 30% ma viene consentita una detrazione dal proprio reddito di circa € 500 per i possessori di reddito fino ad € 15.500 circa e di € 250 circa per i possessori di reddito fino ad € 31.000. Per i locatori di immobili con contatti ad uso transitorio viene ora concessa la speciale tassazione  cedolare secca del 10% e per quanto riguarda gli studenti universitari i genitori che li hanno a carico potranno detrarre il 19% fino ad un massimo di spesa di € 2633 del canone annuo dovuto al locatore.

E’ importante richiamare all’attenzione di locatori e conduttori che un contratto non assistito che riporti l’Attestazione voluta dal DM 16/01/017 è sicuramente agevolabile come affermato nel verbale dell’incontro fra OO.SS. regionali e provinciali della proprietà edilizia e degli inquilini, Confedilizia regionale dell’Umbria, Sunia regionale dell’Umbria, Sunia provinciale di Perugia, Sicet regionale dell’Umbria, A.S.P.P.I. provinciale di Terni, Federcasa provinciale di Perugia, U.P.P.I. provinciale di Perugia, A.S.P.P.I. provinciale di Perugia, A.P.P.C. provinciale di Perugia,  in data 8 maggio 2017 presso la Direzione regionale dell’Umbria della Agenzia delle Entrate dal Capo Ufficio Servizi e Consulenza Stefano Cannistrà unitamente ai funzionari Pier Roberto Sorignani, Caterina Gaggini, Maria Tiziana Felicioni , Franca Marinangeli, Elisabetta D’Ubaldi, Norma Quondam Salvatore. Da dire altresì che la Direzione regionale dell’Umbria ha richiesto alla Direzione generale dell’Agenzia delle Entrate se la decadenza delle agevolazioni fiscali possa discendere tout court dalla mancanza dell’attestazione ma non si è ancora avuta risposta, ma va da se che se da un lato si afferma che l’attestazione rende sicuramente agevolabile il contratto dall’altro la mancanza d’essa la debba escludere. Una cosa è presumibile che se l’interpretazione dell’Agenzia registrerà contratti senza l’attestazione senza ombra di dubbio procederà ad accertamento sulla congruità del canone agevolato.

Cosa diversa sarà sicuramente l’atteggiamento dell’ufficio tributi di Reggio che nel proprio Regolamento agevola solo i contratti con modalità di calcolo certificata dalle Associazioni pertanto è bene mettersi in perfetta regola con l’aiuto delle Associazioni firmatarie del presente protocollo integrativo che si renderanno disponibili nei confronti dell’utenza tutta. Ricordo infine che i contratti di locazione depositati in Comune sono indicativi all’art. 16 della  modalità di calcolo che con trasparenza e facilità di lettura consentono l’immediata verifica della congruità del canone, obiettivo fondamentale richiesto oggi dal DM per concedere le agevolazioni fiscali e che mi piace ricordare  a Reggio Calabria è stato un importante principio di legalità sancito già con l’Accordo del 11/11/2008. Probabilmente ora , usando una metafora motoristica , utilizzando un più equilibrato 6 cilindri rispetto all’8 e senza freno motore, si proseguirà più speditamente al tavolo tecnico fortemente voluto dall’UPPI sin dal varo dello Statuto per l’area metropolitana di Reggio Calabria, per pervenire all’Accordo territoriale per i 94 Comuni oltre ai 3 ad alta tensione abitativa Reggio, Palmi, Gioia Tauro, per consentire legalità e trasparenza in tutte le locazioni e lo sconto fiscale del 25% su IMU e TASI ai locatori , giusta Legge di stabilità 2015 per il 2016 ed esenzione Tasi, nella quota loro riservata agli inquilini nonché detrazioni fiscali fin’ora non goduti dagli stessi. Probabilmente segnerà anche il mio ritiro dalla lunga attività sindacale durante la quale per puro spirito di servizio sociale e, soprattutto, a titolo prettamente gratuito, come innumerevoli attestazioni di simpatia e di compiacimento possono confermare, basterebbe peraltro la verifica di 1500 contratti di locazione nel 2016 alla nostra Amministrazione,   ho prestato la mia consulenza a direttori dell’Agenzia delle Entrate, a direttori dell’ufficio tributi del nostro Comune , a consulenti, avvocati, commercialisti, alle agenzie immobiliari, ai singoli e numerosissimi singoli utenti, a colleghi di altre associazioni sindacali ed ancora ottenendo grande soddisfazione dal Comandante della Guardia di Finanza di Reggio Calabria negli anni 93/95 che volle conoscermi per complimentarsi della più perfetta regolarità contabile di un contribuente accertato, e che era nostro assistito, cui non era stato possibile contestare alcunché nell’ importante possesso di immobili ed ulteriore grandissima soddisfazione per la fiducia concessami dal nostro Sindaco Avv. Giuseppe Falcomatà con la sottoscrizione della Convenzione, unica in Italia e mai concepita che mi risulti, con cui affidò alle nostre  associazioni la verifica della congruità dei canoni di locazione nelle istanze di applicazione dell’IMU agevolata.  Purtuttavia rilascerò a chiunque me ne faccia richiesta, e sempre a titolo gratuito, l’Attestazione di rispondenza ex DM del 16/01/2017 non appena rientrerò nella nostra bellissima città da cui sono assente da tempo per motivi di salute familiari” conclude Mimmo Cuccio (presidente onorario UPPI per l’area metropolitana di Reggio Calabria) e per Ania, Confabitare, Conia, Federproprietà, Sicet-.