Reggio Calabria, Checco D’Arrigo rimane alla Vis per lavorare nel settore giovanile

A Reggio Calabria l’allenatore Checco D’Arrigo rimane alla Vis per gestire il settore giovanile

Checco D'Arrigo e Luigi Di BernardoHa ricevuto tante offerte (specie dalla sua Sicilia) per fare il capo allenatore in squadre ambiziose, ma la sua volontà di restare a Reggio Calabria e lavorare in un settore giovanile in forte espansione come quello bianco/amaranto ha avuto il sopravvento. Checco D’Arrigo per il settimo anno consecutivo sarà un uomo Vis. Guiderà il settore giovanile, con l’obiettivo di portare avanti l’importante lavoro, iniziato tre anni orsono, finalizzato alla crescita dei ragazzi e, contestualmente, svolgerà il ruolo di coordinatore dell’area tecnica, pronto con la sua esperienza a supportare il nuovo coach che siederà sulla panchina dei reggini.

Quella di dedicare gran parte del tempo al settore giovanile – ha detto l’allenatore messinese – è stata una mia scelta, motivata dalla necessità di proseguire e portare a compimento il lavoro iniziato tre anni fa. Come settore giovanile abbiamo raggiunto un certo livello. Un livello destinato a crescere ulteriormente con attività di reclutamento e accordi con varie società dell’hinterland reggino. Vogliamo creare giocatori di pallacanestro che un domani andranno a implementare il roster della prima squadra. Il tutto, ovviamente, sarà fatto senza trascurare gli ambiziosi obiettivi societari nell’allestimento della compagine che disputerà la C silver”.

Il dg Luigi Di Bernardo mira così a far diventare il settore giovanile della Vis un punto di riferimento stabile nel panorama cestistico regionale. Oltre alla conferma di D’Arrigo come responsabile del settore giovanile in palinsesto ci sono partnership con altre società reggine e l’acquisto dei cartellini di interessanti prospetti che andranno a rinforzare le compagini giovanili bianco/amaranto.