Reggio Calabria: approvati i progetti esecutivi per la palestra Scatolone, l’Arena Lido e la palestra di San Giovannello

scatolone-migrantiLa Giunta comunale di Reggio Calabria ha approvato i progetti definitivi ed esecutivi di tre importanti opere inserite nel masterplan del Patto per Reggio Calabria. Gli interventi riguardano il completamento della palestra di San Giovannello, il completamento dell’Arena Lido e la ristrutturazione della palestra Piero Viola, meglio conosciuta come Scatolone. Approvati i progetti definitivi, saranno avviate nei prossimi giorni le procedure per la selezione delle imprese che assumeranno il compito di cantierizzare le opere.

Per ciò che riguarda l’Arena Lido, importante struttura teatrale ubicata nei pressi del Lido comunale, l’importo complessivo del finanziamento stanziato è di 1 milione e 875 mila euro. Il progetto prevede il completamento delle opere a servizio della struttura teatrale, la sostituzione delle strutture ammalate e danneggiate, il completamento della muratura, la pavimentazione, gli infissi, la controsoffittatura, i sanitari, gli impianti per i servizi, le sedute, gli arredi e la verifica del sistema elettromeccanico di movimentazione del tetto.

Altrettanto importante è l’intervento programmato per il completamento della Palestra di San Giovannello, grande impianto sportivo, attualmente in fase di realizzazione, che servirà l’area a nord del centro cittadino. Su quest’opera è stata programmata una spesa complessiva 1 milione e 500 mila euro. Il progetto approvato dalla Giunta prevede il completamento della struttura, la costruzione della muratura esterna e delle tramezzature, gli intonaci, la pavimentazione, gli infissi, i rivestimenti, i sanitari, gli impianti di condizionamento, l’illuminazione interna ed esterna, la posa delle gradinate per gli spettatori e gli attrezzi per il gioco. Prevista inoltre la creazione di una palazzina per i servizi ed i relativi impianti, la creazione di un’area per i servizi tecnologici e la sistemazione dell’area esterna con spazi verdi attrezzati.

Terzo intervento previsto è il risanamento e la ristrutturazione della palestra Piero Viola, meglio conosciuta come Scatolone, ubicata nei pressi dello Stadio Oreste Granillo, sulla quale è stata impegnata una somma complessiva di 100 mila euro che servirà per la riqualificazione dell’area di gioco e della copertura.

Tutti gli interventi, contenuti nel masterplan delle opere programmate con i finanziamenti del Patto per Reggio Calabria, andranno adesso a bando. Una volta completata la procedura di selezione delle imprese si potrà procedere con la cauterizzazione delle opere.

Soddisfazione è stata espressa dal vicesindaco con delega ai Patti per il Sud Armando Neri, che ha ringraziato il personale dell’Amministrazione per il lavoro portato avanti in questi mesi per la definizione dell’iter procedurale che accompagna la spesa dei fondi stanziati. «Con l’approvazione dei progetti esecutivi degli interventi sulla palestra di San Giovannello, sull’Arena Lido e sullo Scatolone – ha spiegato Neri – mettiamo un punto fermo su tre opere importantissime che assumono un’alta rilevanza sociale per il mondo dello sport e per la cultura in città. Con la ristrutturazione dello Scatolone torna ad aprire una struttura storica del territorio che sarà a disposizione dei nostri ragazzi che hanno tanta fame di sport e chiedono ulteriori spazi dove poterlo praticare. Stesso discorso è valido per la nuova palestra di San Giovannello che una volta completata sarà un nuovo importante punto di riferimento per lo sport cittadino, non solo per il quartiere ma per tutta l’area nord della città. L’Arena Lido infine, opera che risale all’epoca dell’amministrazione guidata da Italo Falcomatà, al termine dei lavori sarà un vero e proprio fiore all’occhiello della città, a disposizione delle iniziative culturali che rappresentano una ricchezza importantissima per il nostro territorio».

«La palestra di San Giovannello, l’Arena Lido e lo Scatolone sono altre tre perle che aggiungiamo alla collana di opere programmate sulle quali l’Amministrazione ha acquisito la progettazione esecutiva e che potranno partire nei prossimi mesi – ha aggiunto il sindaco Giuseppe Falcomatà – conclusa la fase della progettazione a breve saremo in grado di aprire i bandi per la selezione delle imprese e successivamente attivare i cantieri. Sport e cultura sono due settori sui quali Reggio deve saper puntare con decisione perchè rappresentano due pilastri di condivisione in grado di ricostruire il tessuto sociale cittadino, generando, oltre all’impulso produttivo dell’opera pubblica in sè, anche un discreto indotto in termini economici e naturalmente occupazionali. Io credo molto nella funzione di servizio delle infrastrutture sportive e culturali: sono contesti nei quali nascono iniziative, si sviluppano attività imprenditoriali animate soprattutto da giovani, sono strutture che diventano punti di riferimento per attività turistiche e sociali. Credo sia questa la giusta ricetta per costruire insieme il futuro della città».