Reggio Calabria, appello per “ridare dignità, decoro e legalità a piazza Orange”

Reggio Calabria: cittadini e abitanti di Piazza Orange esasperati per le condizioni di degrado e abbandono

Piazzetta Orange - foto di Peppe Caridi

Piazzetta Orange – foto di Peppe Caridi

“Ridare dignità, legalità e decoro alla piazza Orange. E’quello che, esasperati, chiedono gli abitanti ed i negozianti vessati da un malcostume che impedisce una fruizione corretta della piazza diventata un eterno campo di calcio con ragazzini che imperversano scaricando pallonate sulle vetrine, sulle automobili parcheggiate e sui malcapitati di passaggio. Impossibile un vivere civile, turbati da disturbi continui della quiete pubblica con schiamazzi ed urla. Quella che era una piazza storica e  che, dopo il rifacimento, dodveva essere un fiore all’occhiello è diventata una vergogna che le Istituzioni non si curano di controllare.Inutilmente è stato chiesto l’intervento della polizia urbana, appello rimasto senza risposta. Gli abitanti di piazza Orange chiedono quindi al Prefetto, al Questore ed al Sindaco un intervento che assicuri il vivere civile. Il Sindaco garantisca la legalità e si ispiri alla Reggio bella e gentile del compianto Falcomatà. Il Questore estenda alla piazza l’operazione Focus, dato che in piazza Orange la notte oltre i campionati di calcio ci sono anche i festival di ubriaconi e nullafacenti. Il procuratore De Raho imponga il rispetto della legalità che non deve essere conclamata nelle conferenze o nella passerelle ma deve essere un esercizio della normalità“. Lo afferma in una nota il Comitato difesa piazza Orange di Reggio Calabria.