Reggio Calabria, all’Università Mediterranea seminario sulla sicurezza dei lavoratori nei cantieri durante il terremoto [FOTO e INTERVISTE]

A Reggio Calabria iniziativa dal titolo “Rischio sismico, città ed emergenze” organizzata in collaborazione tra l’Inail e l’Università Mediterranea

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Questa mattina presso l’aula A1 dell’ex architettura si è tenuta il primo di due seminari sui terremoti dal titolo “Rischio sismico, città ed emergenze”. L’iniziativa, che ha avuto come tema centrale la sicurezza sui cantieri durante un sisma, è organizzata in collaborazione tra l’Inail e l’Università di Reggio. Sono intervenuti il prof. Neri, dr. Amoddeo, dr Carlo Tansi, ing. Sera, ing. Longo. Presente in sala il consigliere comunale con delega alla protezione civile Ruvolo.

La frequenza di terremoti avvenuti, negli ultimi decenni, in diverse parti d’Italia ha fatto comprendere gran parte del territorio peninsulare nelle aree soggette a rischio sismico elevato. La Calabria è la regione italiana in cui ai comuni rischi naturali, dovuti alle condizioni di dissesto ambientale, la componente del rischio sismico deve essere affrontata con particolare efficacia essendo una delle aree geografiche che ha subito terremoti catastrofici. La proposta progettuale ha come obiettivo il contenimento delle conseguenze dell’azione di sismi, a bassa o alta magnitudo, con l’obiettivo di esercitare una attività di prevenzione rivolta a contenere i possibili danni nell’esercizio di attività lavorative. La manifestazione improvvisa di un evento sismico deve trovare i lavoratori informati sui comportamenti da tenere al fine di contenere il più possibile i danni.


Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato