Reggio Calabria: al “Cilea” la nuova stagione teatrale 2017/2018 dell’Officina dell’Arte

Insegno-Piromalli (2)La macchina dell’Officina dell’Arte è già in moto per la prossima stagione teatrale al teatro “Francesco Cilea” e dopo i successi precedenti, tante sono le sorprese e i big inseriti nel nuovo cartellone targato Piromalli&Co. Ad anticipare qualcosa è proprio l’attore e leader della compagnia teatrale Peppe Piromalli che, dal prossimo 21 Ottobre sino al 7 Aprile, regalerà ai reggini commedie divertenti, show con big del panorama nazionale ed intrattenimenti comici. Sette gli spettacoli in programma, uno al mese, che vedranno calcare sul palco più prestigioso della città attori della televisione, del cinema, della prosa ma anche contaminazioni con gli istituti locali, quest’anno protagonisti di matinèe. “Anche per la nuova stagione abbiamo voluto inserire eventi per far vivere il teatro a grandi e bambini – spiega l’attore Piromalli attualmente impegnato con una sinergica collaborazione col nuovo teatro Metropolitano dove prenderà il via “L’Akkademia” teatrale e proseguirà l’Officina Lab – Il cartellone dell’Oda è improntato su una forte vocazione interdisciplinare e proprio per questo, il Cilea si proporrà a tutti, e non solo agli studenti, come un luogo di formazione, intrattenimento e sperimentazione artistica. L’Officina dell’arte quest’anno, vuole che il teatro sia non solo location dove proporre spettacoli di qualità, ma intende divenire anche sede di dibattiti, incontri, scambi di esperienze. Ovviamente, a spettacoli impegnativi si alterneranno eventi divertenti con artisti di calibro che hanno segnato la televisione e il cinema. E poi, ci saranno gli attori dell’Officina dell’Arte con le loro commedie accompagnati dai talenti emergenti dell’Officina Lab, laboratorio sperimentale che ha permesso a tanti giovani attori di poter esibirsi e mostrare le loro capacità artistiche”. Ancora sono top secret i nomi dei big in lizza per la nuova stagione dell’Officina ma a breve il mistero sarà svelato dallo stesso Piromalli che aggiunge: “Si prospetta, quindi, per il “Cilea”, una stagione variegata, frutto della contaminazione tra più discipline e arti, con riprese di celebri allestimenti e nuove produzioni, volta alla creazione di un ambiente accogliente per le iniziative di integrazione con il tessuto sociale della città”.