Prostituzione: controlli straordinari nel reggino, la Polizia indaga sull’eventuale coinvolgimento di minorenni

Prostituzione nel reggino: sottoposte a controllo 10 donne maggiorenni, si indaga sull’eventuale coinvolgimento di minorenni

controlli-prostituzione-550 (1)Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio, predisposti nella Piana di gioia Tauro dal Questore della Provincia di Reggio Calabria, Raffaele Grassi. Personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gioia Tauro ha svolto numerosi accertamenti volti al monitoraggio, al controllo ed al contrasto del fenomeno della prostituzione, con particolare riguardo a quella minorile. Gli operatori hanno individuato, quale area d’intervento, i centri di Rosarno, San Ferdinando e Candidoni, attenzionando particolarmente le aree ove tale fenomeno si focalizza, nel caso specifico la Contrada “Focolì”, in agro di San Ferdinando, la Strada Statale 18 nelle vicinanze del piazzale parcheggio di un noto ipermercato nel territorio del Comune di Rosarno e la Strada Provinciale direzione Nicotera nel territorio del Comune di Candidoni.

In quest’ultima circostanza operativa, sono state sottoposte a controllo 10 donne maggiorenni, tutte sprovviste di documenti di identità ed in palese atteggiamento tipico dell’esercizio della prostituzione. Le donne, 3 di nazionalità bulgara e 7 di nazionalità nigeriana, sono state accompagnate presso gli Uffici del Commissariato di P.S. di Gioia Tauro ove sono state compiutamente identificate.

Sono in programma, nell’intera Provincia di Reggio Calabria, ulteriori servizi di analoga tipologia, con particolare riferimento all’eventuale coinvolgimento di donne minorenni.