Porto di Gioia Tauro: chiusura positiva del Bilancio consuntivo 2016

L’Autorità portuale di Gioia Tauro chiude in positivo la  gestione finanziaria, a fine luglio la discussione sulla variazione di Bilancio 2017

lavori comitato portuale (da sx Agostinelli - Spatafora - Faraone)Con il parere favorevole dei revisori, il Comitato portuale, riunitosi questa mattina nella sede dell’Autorità portuale di Gioia Tauro, ha approvato il Bilancio consuntivo relativo all’esercizio 2016. L’Ente, guidato dal commissario straordinario Andrea Agostinelli, ha chiuso positivamente la sua gestione finanziaria con un chiaro e ampio avanzo di amministrazione di oltre 66 milioni di euro.

Nello specifico, tra le pieghe del documento economico, illustrato ai membri del parlamentino portuale, è stata evidenziata la positività della gestione attraverso alcuni elementi oggettivi che ne definiscono l’attenzione e la ponderatezza con cui è stato amministrato l’Ente.

A tale proposito è stato rilevato l’aumento del valore di cassa nel corso del 2016. Iniziato con una consistenza di circa 105,9 milioni di euro, nell’esercizio dello scorso anno l’Ente ha adottato una serie di economie che hanno determinato un vistoso aumento di liquidità e, così, una chiusura di cassa quantificata in oltre 121 milioni di euro. Si tratta di somme liquide importantissime, che hanno una chiara destinazione d’uso e sono immediatamente disponibili, da utilizzare per finanziare opere infrastrutturali.

Dalla illustrazione della rendicontazione è stato, altresì, rilevato l’ammontare delle riscossioni, effettuate nel 2016, pari a 40,8 milioni di euro mentre i pagamenti compiuti hanno avuto un valore di circa 25,4 milioni di euro. L’oculata gestione economica dell’Ente è stata, come ormai da diversi anni, finalizzata anche all’abbattimento delle tasse d’ancoraggio che vengono rimborsate alle compagnie di navigazione che attraccano negli scali portuali di competenza dell’Autorità portuale di Gioia Tauro.

Nello specifico, quindi, per l’anno 2016, al fine di sostenere la competitività dei propri porti e grazie alla riduzione della spesa corrente, così come previsto dalla normativa vigente, l’Autorità portuale ha destinato 4 milioni di euro per il rimborso delle tasse d’ancoraggio alle compagnie di navigazione.

Tra gli altri punti all’ordine del giorno è stata, altresì, decisa la riorganizzazione del programma delle concessioni demaniali del porto di Crotone, sottoposto ai membri del Comitato che, a maggioranza, hanno espresso parere favorevole alle definizioni presentate dall’Autorità portuale.

La seduta si è conclusa con l’invito del Commissario straordinario Andrea Agostinelli, rivolto ai membri del Comitato portuale, a prendere parte alla prossima riunione di Comitato, in previsione per fine luglio, quando si dovrà decidere l’importante variazione di Bilancio 2017, necessaria a sostenere le spese di costituzione e di avviamento della neo l’Agenzia di somministrazione del lavoro portuale e per la qualificazione professionale del porto di Gioia Tauro.