Pd Torregrotta: “Crisi politica e mancanza di partecipazione democratica in città”

Torregrotta_landscapeLa crisi che ha investito il governo cittadino guidato dal Sindaco, dott. Ximone, ha ormai ingessato il Comune da oltre due mesi ingenerando una gravosa incertezza politica. Il PD Torrese, negando le logiche delle poltrone, al di fuori da ogni contesto Istituzionale, invita il Sindaco ed il Gruppo Civico ad “invertire la rotta” nel rispetto del mandato elettorale ricevuto appena un anno fa. L’invito segue quello di portare avanti i tanti progetti già finanziati nella scorsa legislatura grazie all’impegno dei Democratici. Al di la di ogni frase di circostanza non è più possibile continuare a vivacchiare, incardinando il solito balzello delle poltrone, nella speranza di non chiarire i motivi della crisi. Sono numerosi gli argomenti che dovranno essere affrontati in questo mandato elettorale e, fra questi, l’importante argomento del PRG, oggetto di commissariamento e di assoluta mancanza di partecipazione democratica cittadina, nonostante lo stesso Gruppo Civico, solo un anno fa avesse sbandierato con ogni mezzo l’esigenza di coinvolgere tutti. Il modo con cui è stato affrontato l’argomento dall’intero Consiglio Comunale è sintomo della precedenza del singolo interesse su quello collettivo. Per questi motivi, il PD Torrese, cogliendo un malessere cittadino sempre più diffuso, non mancherà di proporsi come garante dei cittadini, chiedendo altresì, al commissario delle udienze pubbliche, prima che si proceda all’approvazione inaudita altera parte. In tale sede, siamo certi, potranno essere verificate tutte le incongruenze, fin’ora emerse, anche in capo all’intero consiglio comunale, dichiaratosi all’unanimità incompatibile a votare a causa di interessi personali diretti e indiretti. In tal direzione il PD Torrese, ricostituitosi all’indomani del congresso nazionale, farà sentire la sua voce, vigilando attentamente sulla vita amministrativa e politica di Torregrotta“- scrive in una nota il PD Torrese.