Palmi, Misale: “sono scesa in campo per governare con chiarezza e credibilità”

Palmi, elezioni: Il comizio di Silvana Misale

 Comizio Misale 7“Sono qui stasera per raccontarvi le ragioni di una scelta”. Ha iniziato con queste parole Silvana Misale, candidata a sindaco dell’area moderata, il suo comizio elettorale in piazza I Maggio domenica sera, salutando i cittadini che hanno accolto il suo invito ad ascoltarla. “Sono scesa in campo per onorare una sfida – ha proseguito – Non una sfida fine a sé stessa, non per una vittoria fine a sé stessa, ma una sfida per governare Palmi con chiarezza e credibilità, nel segno di una totale innovazione nella continuità”. L’innovazione è rappresentata soprattutto dai volti nuovi che compongono le sue tre liste: dei 47 candidati nelle tre liste, solo 10 provengono dall’ultima esperienza politica, gli altri sono candidati nuovi, con competenze specifiche ma nuovi. La continuità è invece legata alla volontà di proseguire, e ultimare, il cammino intrapreso in questi ultimi 5 anni, che ha visto la realizzazione di numerose opere pubbliche: il belvedere “Scopelliti” alla Motta, il sentiero di Rovaglioso, la piazza “Suriano” alla Cittadella, il cinema “Manfroce” che è pronto per essere inaugurato. E soprattutto il Psc: “Io non intendo utilizzare toni trionfalistici, non ci sono abituata, ma una cosa è certa: Palmi, dopo cento anni di vuoto, ha un nuovo strumento urbanistico – ha detto la candidata – Il PSC certamente non può accontentare tutti, questo lo capisco, ma oggi quantomeno abbiamo regole chiare e precise, valide per tutti ed io, all’arbitrio, preferisco e preferirò sempre il rispetto delle regole”. Silvana Misale ha quindi elencato i primi cinque provvedimenti che intende adottare in Giunta, qualora fosse eletta sindaco. “La prima delibera riguarda il fenomeno delle “serrande abbassate” – ha spiegato – Sono decine e decine i locali sfitti, soprattutto in centro, e per questo intendo indire un bando per contributi a fondo perduto alle piccole e medie imprese che intendono investire nel centro della Città. Con la stessa delibera sospenderemo per un anno il pagamento delle tasse comunali per le attività produttive in crisi e proporremo accordi per affitti calmierati”.

La seconda delibera di Giunta riguarda la sanità: “Nel corso della prima Giunta, delibereremo l’istituzione del tavolo tecnico di zona per l’ospedale della Piana, coinvolgendo gli altri 32 Comuni della Piana, l’Asp ed il mondo associativo della nostra città, ed allo stesso tempo lotteremo affinché i poliambulatori vengano rafforzati; noi lotteremo affinché tutti i servizi vengano mantenuti, lotteremo per il raddoppio della dialisi, per la nostra radiologia e, da ultimo, voglio dire con estrema chiarezza che la camera iperbarica non si tocca”. Ancora, il terzo obiettivo della prima Giunta Misale sarà l’istituzione dell’itinerario turistico “Città di Palmi”. “Un percorso ideale – ha spiegato – che collega ed unisce la Casa della Cultura, Villa Repaci, il Parco Archeologico dei Tauriani ed il nuovo Museo del Mare. Un percorso che unisce il Monte S. Elia, la Dorsale Verde ed il Tracciolino, con la Marinella, Rovaglioso, la Pietrosa, la Tonnara e Pietrenere. Un percorso che sappia attrarre a Palmi non solo i turisti di ritorno. Un percorso che passi anche attraverso gli investimenti necessari per esaltare il Premio Letterario Città di Palmi, il Concorso Musicale Cilea, il Festival della Letteratura e del Diritto e, soprattutto, la Varia”. Restando in tema di cultura, la quarta delibera della prima Giunta sarà “l’indizione della gara per l’affidamento della gestione del Manfroce: un bando pubblico che guarderà alla competenza ed all’esperienza in questo delicato settore. Nella stessa occasione, delibereremo l’indizione del bando per l’affidamento della gestione del Teatro all’Aperto di località Motta”. L’ultima delibera, la quinta, della prima Giunta riguarderà l’investimento di 1 milione e 200 mila provenienti da un mutuo accesso dall’amministrazione, che Silvana Misale intende impegnare così: “500.000 euro da investire per la bitumazione delle strade ed il rifacimento dei marciapiedi. Ho deciso, invece, di destinare 700.000 euro alla riqualificazione del lungomare della Tonnara. Sarà un intervento incisivo che consentirà a Taureana, Tonnara, Pietrenere e Scinà di essere ancora più accoglienti. Ma ciò non basta – ha aggiunto – Palmi ha bisogno di una spiaggia più curata e pulita, e noi abbiamo il dovere di combattere per un mare più pulito, per questo il Comune di Palmi e la Ppm acquisteranno un battello anti-inquinamento che renderà più pulito il mare, raccogliendo i detriti ed i rifiuti che troppo spesso navigano a pelo d’acqua davanti ai nostri lidi”. Il comizio è terminato con un lungo applauso: “Abbiamo la forza del nostro impegno ed il coraggio delle idee per cambiare in meglio questa città”.