‘Ndrangheta, l’uomo del baciamano al boss Giorgi: “salutavo un vecchio amico”

‘Ndrangheta, l’uomo del baciamano al boss Giorgi: ”non sono mafioso e sono pentito di quel gesto insano, ma l’abbraccio a Giorgi lo darei volentieri, perchè è  un amico che non vedevo da oltre 20 anni”

Baciamano Giorgi“Non ho fatto nessun baciamano, volevo soltanto abbracciare un vecchio amico che non vedevo da oltre venti anni”. Parla in esclusiva al Tgr della Calabria, con il giornalista Riccardo Giacoia, l’uomo che ha baciato il boss Giuseppe Giorgi subito dopo la cattura da parte dei carabinieri. Si chiama Antonio Vottari ed il suo gesto ha fatto il giro del mondo animando polemiche e giudizi. “Sono i giornalisti – ha aggiunto – che hanno ingigantito come fanno di solito un gesto di assoluta amicizia, nessun omaggio mafioso”. “Chiedo scusa ai miei concittadini ed anche alle istituzioni – ha concluso Vottari - io non sono mafioso e sono pentito di quel gesto insano, ma l’abbraccio a Giorgi lo darei volentieri, perchè è  un amico che non vedevo da oltre 20 anni”.