Napoli, De Luca: “l’Alta velocità una grande opera per l’Italia”

Secondo Vincenzo De Luca l’Alta velocità una grande opera per l’Italia

tav-alta-velocitaL’Alta velocita’ e’ una grande opera. E quando in Italia si fa una grande opera e la si porta a termine, si puo’ dire che e’ un miracolo” dichiara il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.  “Esprimendo soddisfazione per il fatto che ci sia stato un miracolo”, il ‘governatore’ pero’ non nasconde che “se mi si chiede se va tutto bene, la risposta e’ no”. “Nel senso che sarebbe stato opportuno programmare insieme l’opera e la riqualificazione di tutto il territorio nel quale esiste“.  ”La Regione si e’ preoccupata di implementare il trasporto su gomma stanziando altri 50 milioni di euro, per l’Eav, l’Air, la Ctp allo scopo di aumentare le corse“. De Luca ritiene che dal punto di vista delle funzioni “si debba fare un ragionamento diverso, perche’ la stazione e’ stata progettata per avere collegamenti diretti per i treni che vanno a Reggio Calabria, verso Sud e, quindi, saltano anche il nodo di Napoli. Un cittadino di Napoli deve avere a disposizione il treno alta velocita’, da prendere alla stazione di piazza Garibaldi”.  ”Parliamo di un’opera che non e’ stata realizzata a Stoccolma o a Oslo. Viviamo in territori difficili ma non e’ un destino quello di dovere subire per forza la presenza, la violenza della criminalita’ organizzata – aggiunge – questo dipende da noi. Il presidente del consiglio ha confermato l’impegno straordinario del governo sul piano della sicurezza. Seguiremo con grandissima attenzione opere che si dovranno fare sia pubbliche che private per riqualificare l’area. Credo che possiamo avere un elemento di grande fiducia”. “Ci sono stati problemi alla stazione quando e’ arrivato il premier Paolo Gentiloni. Un po’ di parapiglia ma ormai queste cose sono diventate elementi di folklore a Napoli. Abbiamo alcune decine di soggetti un po’ esagitati che hanno bisogno di girare per tutte le piazze e i luoghi degli eventi per fare un po’ di ammuina. Credo siano diventate cose francamente patetiche e anche noiose“, conclude.