Minicicloraduno dell’Aspromonte e della Magna Grecia

Minicicloraduno (2)La Calabria, ed in particolare l’Aspromonte, si candidano a meta cicloturistica nell’anno 2017, dichiarato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, anno internazionale del turismo sostenibile, è quanto emerso durante il convegno “Un turismo sostenibile per la valorizzazione di un territorio tra mare e monti”, che si è tenuto lo scorso 3 giugno a Gambarie presso l’Albergabici – Hotel Centrale promosso dall’Associazione FIAB Roma Ruotalibera nella giornata conclusiva del “Minicloraduno dell’Aspromonte e della Magna Grecia”, realizzato dalla stessa Associazione romana con la collaborazione dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte. Il convegno ha visto la partecipazione del Sindaco del Comune di Santo Stefano in Aspromonte, Francesco Malara, di Sabrina Santagati del Servizio Biodiversità e Territorio del Parco dell’Aspromonte, del Presidente del Club Alpino Italiano di Reggio Calabria, Giuseppe Romeo, del Responsabile FIAB BicItalia Sud, Giuseppe Dimunno, e dei rappresentanti delle Associazioni ciclistiche partecipanti al cicloraduno. Al cicloraduno, organizzato nell’ottica di promuovere il cicloturismo, hanno aderito le associazioni di Aspromontebike, Bicinsieme di S. Costantino Calabro (VV), FIAB Cosenza e FIAB Roma Naturamici. I partecipanti hanno percorso circa 250 km dal 29 maggio al 3 giugno, attraversando la Città Metropolitana di Reggio Calabria, la Costa Viola e l’Area Protetta del Parco, raggiungendo Montalto (1956 metri), la cima più alta dell’Aspromonte. Il cicloraduno è stato anche l’occasione per mettere alla prova alcuni degli itinerari di progetto FIAB BicItalia, come la Ciclovia degli Appennini e EuroVelo 7 – Ciclovia del Sole e, di recente inserita all’interno del sistema nazionale delle ciclovie turistiche.