Messina, Papardo: il Dipartimento di Oncoematologia riceve la certificazione Clinical Trial Center

Un premio ed una certificazione di qualità per il Dipartimento di Oncoematologia dell’Ospedale Papardo di Messina

certificazione 1Importante riconoscimento per il Dipartimento di Oncoematologia dell’Azienda Ospedaliera Papardo di Messina che ha ottenuto la certificazione Clinical Trial Center. Si tratta di uno strumento utile per ottimizzare la ricerca clinica ed offrire un sempre più elevato livello di assistenza e migliorare la salute del paziente oncologico. Il conferimento della prestigiosa attestazione è avvenuto nel corso di un incontro pubblico tenutosi presso l’Auditorium dell’AO Papardo.  Silvana Navarra, rappresentante di Bureau Veritas Certification, agenzia certificatrice di qualità, ha consegnato l’attestato al Prof. Vincenzo Adamo, direttore del Dipartimento di Oncoematologia dell’Ospedale messinese. All’incontro hanno preso parte il Direttore Generale del Papardo Michele Vullo, il Direttore Sanitario Paolina Reitano, il responsabile del Governo Clinico Giacomo Nicocia, il deputato regionale Giuseppe Picciolo, il Presidente dell’Ordine dei Medici di Messina Giacomo Caudo ed il Direttore del dipartimento di Ematologia Donato Mannina. Il Papardo con questo riconoscimento rafforza l’eccellenza della sperimentazione clinica in oncologia, il CTC infatti fornisce ai ricercatori gli strumenti necessari per la conduzione di una sperimentazione di elevata qualità.

Nel corso della giornata l’Associazione Umanesimo e Solidarietà “Riviera Jonica” presieduta da Nino Bianca ha consegnato il Premio Trimarchi all’UOC di Oncologia Medica dell’Ospedale Papardo di Messina diretto dal prof. Vincenzo Adamo. Premio realizzato in collaborazione con CittadinanzAttiva – Tribunale per i Diritti del Malato, e con il sostegno del CESV di Messina. Il prestigioso riconoscimento, giunto alla sesta edizione, è riservato alle strutture ospedaliere che, si legge nella motivazione – operando in ambito provinciale, hanno fornito prestazioni di alto livello professionale, con grande umanità e convinta accettazione della collaborazione offerta dalle associazioni di volontariato. La Coppa Gudea è stata consegnata dal prof. Francesco Trimarchi, figlio del compianto Enrico Trimarchi. La scelta della struttura sanitaria cui assegnare il Premio è stata curata dal presidente dell’Associazione, Nino Bianca, che ha nominato una commissione presieduta dal dott. Giuseppe Pracanica, presidente regionale di CittadinanzAttiva – Tribunale per i Diritti del Malato.