Messina, madre e figlio marocchini arrestati per violenze su una giovane donna [NOMI e DETTAGLI]

Messina: lesioni aggravate di due marocchini, madre e figlio, ai danni di una 30enne loro connazionale

CHAFIK Mohamed

CHAFIK Mohamed

L’intensa e costante attività di controllo del territorio ha portato la Polizia di Stato a trarre in arresto sei individui in soli due giorni a Messina. E’ di sabato scorso l’arresto per tentata estorsione e lesioni aggravate di due marocchini, madre e figlio, ai danni di una 30enne loro connazionale. Si tratta di GHAZI Hnia e CHAFIK Mohamed, rispettivamente di 57 e 29 anni.

L’attività congiunta dei poliziotti dell’U.P.G.S.P. e del Commissariato Messina-Nord ha posto fine ad una lunga serie di aggressioni e minacce ai danni della giovane donna che, all’arrivo dei poliziotti e, nonostante la loro presenza, veniva ripetutamente spintonata sebbene in compagnia dei due figli di tenera età.

GHAZI Hnia

GHAZI Hnia

Traumi al volto, escoriazioni ed ematomi in varie parti del corpo, con prognosi di 20 giorni, i segni della violenza. Come riferito dalla vittima l’episodio è solo l’ultimo di una serie di minacce ed aggressioni a lei ed al marito. Una violenza volta a farla desistere dal vendere la propria merce, regolarmente autorizzata, in una zona dove prepotentemente gli autori del fatto rivendicavano l’esclusiva. Da ciò un’escalation di azioni aggressive che grazie ai poliziotti si è conclusa sabato mattina con l’arresto dei due nordafricani condotti preso la casa circondariale Messina Gazzi e messi a disposizione dell’A.G.