Messina, in programma la “Festa sotto le stelle” per coloro che hanno partecipato ai progetti Onlus

A Messina è tutto pronto per la “Festa sotto le stelle” in onore di tutti coloro che hanno contribuito alle iniziative organizzate dalla Onlus

d764d064-2652-44ba-8c0a-b73db3ffa016Per Terra di Gesù la “Festa sotto le stelle” è la festa dei grazie, una serata da vivere con tutti coloro che a vario titolo, personale o comunitario, hanno partecipato durante l’anno alle iniziative benefiche organizzate dalla Onlus. Nell’ormai consueta location dell’Oasi della Madonna del Sorriso di Curcuraci, domenica 25 luglio dalle ore 20 spazio a degustazioni, convivialità, tanta musica con Daniele Rando e Carlo Giampi. Immancabili i riconoscimenti a personalità e associazioni che si sono distinte nel supporto a progetti e iniziative promosse per garantire il funzionamento dello studio medico Help Center della Stazione Centrale, della Casa della Misericordia di Camaro Superiore, dell’ospedale di Kpangi in Congo ma non solo. Raccolte fondi, eventi e molto altro al quale tanti messinesi hanno aderito dimostrando grande cuore e sensibilità.

Sabato mattina 17 luglio, nella Sala Ovale del Comune, è stato presentata la manifestazione che verrà condotta dall’avvocato Silvana Paratore e dal giornalista della “Gazzetta del Sud” Emanuele Rigano. “E’ il nostro modo per abbracciare i soci, i volontari, il mondo associazionistico che ci aiuta – ha affermato il presidente, dott. Francesco Certo -. Vogliamo continuare ad esaltare il concetto di bellezza nella speranza. E in tal senso la kermesse diverrà occasione per annunciare un nuovo progetto caritativo che ci vede protagonista”.

Novità assoluta è la consegna del premio “Medico di carità” destinato ad alcune eccellenze del campo sanitario che si sono contraddistinte per le loro qualità umane oltre che professionali: “Verranno scelti medici che non fanno parte dell’Help Center, selezionati da un’apposita giuria – ha evidenziato Certo -. Giovedì verranno diffusi ufficialmente i nomi, le candidature sono davvero prestigiose, storie belle da conoscere e valorizzare”. Madrina del premio è la giornalista di Rtp Marina Bottari.