Messina, Foti lascia Atm: “Il mio non è un addio, ma un arrivederci”

Foti lascia Atm, presentate oggi tutte le novità per il servizio trasporto pubblico a Messina

giovanni fotiIl direttore generale Atm Giovanni Foti  ha ufficialmente concluso il suo mandato iniziato nel 2014. Oggi  Foti ha ringraziato l’Amministrazione comunale per “La proposta ricevuta tre anni fa e per i risultati conseguiti in totale sintonia. E’ stata un’esperienza lavorativa e di vita importante –  ha aggiunto – perché ho messo le mie capacità al servizio di tutti, ricevendo però anche tanto sotto l’aspetto professionale e umano. Il mio non è un addio, ma un arrivederci”.

A Giovanni Foti – ha detto il sindaco, Renato Accorinti, – va il ringraziamento di tutta l’Amministrazione comunale, ed in particolare dell’assessore Cacciola, con il quale l’arch. Foti ha condiviso un percorso tracciato fin dal 15 maggio 2014 e che ha portato l’ATM a raggiungere traguardi inimmaginabili, considerate le condizioni di partenza: risanamento economico, riorganizzazione aziendale, personale motivato e orgoglioso dell’appartenenza, servizio efficiente (bus e tram numerosi, frequenti e puntuali)”.

“Tutto ciò – ha aggiunto il vicesindaco, Gaetano Cacciola, grazie all’impegno, alla professionalità e alle grandi doti manageriali di Giovanni Foti. Ma il personale, i sindacati, gli interlocutori istituzionali, hanno apprezzato anche le grandi capacità umane e di relazione. Per la Giunta Accorinti possiamo dire che è uno di noi: ha identificato perfettamente lo spirito di questa Amministrazione mettendosi al servizio e offrendo competenze e accettando sfide ‘impossibili’. Anche se la sua famiglia e la sua Torino lo reclama, resterà sempre in contatto con noi per mantenere e preservare l’ottimo lavoro svolto e quindi arrivederci a presto”.

nuovi bus atm messinaNella mattinata di oggi sono state inoltre illustrate le novità per migliore il servizio offerto ai cittadini. L’App My ATM fornirà ai viaggiatori tutte le informazioni utili sui tempi di attesa di bus e tram. Quando l’utente è alla fermata, inserendo il suo numero identificativo e premendo «CERCA», avrà immediatamente gli orari di arrivo dei mezzi ATM in transito. In grassetto gli arrivi in tempo reale e si potranno visualizzare, oltre la posizione della stessa fermata sulla mappa, anche le rivendite dei titoli di viaggio nel raggio di cinquecento metri.   Sarà possibile avere una panoramica di   tutte le linee, gli orari, le fermate e i rivenditori dei biglietti del servizio TPL, con i percorsi di andata e ritorno e le relative fermate. Il sistema riconosce in modo automatico se si tratta di un giorno feriale, festivo o festivo ridotto, proponendo solo le linee effettivamente in servizio. Nella giornata di oggi sono stati illustrati anche i principali risultati consegui dall’azienda nell’ultimo triennio.  In questi tre anni l’Azienda ha conseguito notevoli risultati in merito alla produzione dei chilometri percorsi: nel 2013 quelli con il bus sono stati 2.090.038; nel 2014, 2.558.012; nel 2015, 3.031,071; nel 2016, 3.813.830; nel 2017 . Il livello di servizio (corse effettuate/corse programmate) è stato del 93,55 per cento nel 2016 e 95,85 per cento nel 2017. I viaggiatori trasportati, con riferimento all’intera rete ATM (bus e tram) e stimati sulla base dei titoli di viaggio, sono stati 3.525.365 nel 2013; 5.861.950 nel 2014; 9.652.960 nel 2015; 10.849.728 nel 2016, con un incremento in tre anni del 208 per cento. Relativamente al contrasto all’evasione tariffaria nel 2013 i non paganti erano l’80-90 e nel 2016 sono stati ridotti al 20-30 per cento.  Gli introiti da sanzioni, per multe TPL e multe ZTL, sono stati rispettivamente 29.645 e zero nel 2013; 56.384 e 593.850 nel 2014; 95.130 e 280.000 nel 2015; 80.477 e 879.262 nel 2016, con un incremento dal 2013 al 2016 del 171 per cento per le multe TPL e 879 per cento per multe ZTL. L’indice di produttività aziendale è stato 14,89 per cento nel 2013; 14,93 nel 2014; 16,85 nel 2015; e 18,20 nel 2016.