Messina ad altissimo rischio igienico sanitario: si valuta la possibilità di far intervenire il Prefetto

Degrado e incuria a Messina, Cacciotto attacca l’Amministrazione Accorinti: “cittadini traditi, in tanti componenti della Giunta regna la presunzione di non poter mai essere contraddetti, sarò costretto a chiedere l’intervento del Sig. Prefetto”

immondizia messinaMolte zone della città di Messina continuano ad essere abbandonate al degrado e all’incuria. Più volte abbiamo riportato le segnalazioni  da parte dei  residenti che esasperati chiedono interventi concreti per migliorare condizioni igienico-sanitarie della città. A farsi portavoce del grido di protesta stavolta è il consigliere della Terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto, che rivolge un durissimo attacco all’Amministrazione Accorinti: “La città è troppo sporca, non solo in termini di rifiuti. Topi, blatte, insetti di ogni tipo, fanno ormai da cornice alle nostre strade; in mezzo purtroppo lo sdegno dei cittadini ai quali non è più possibile mettere sul tavolo continue giustificazioni“.

Le ordinanze diramate da Palazzo Zanca riguardo alla necessita da parte di Istituti a rilevanza Pubblica e altri soggetti di effettuare interventi di disinfestazione, come se ciò non incombesse anche sulla stessa Amministrazione Comunale, è l’ennesima barzelletta messinese”- scrive CacciottoMi chiedo e chiedo cosa significava lo slogan: Cambiamo Messina dal Basso? Se questa Amministrazione non era in grado di garantire nemmeno le minime condizioni di decoro, per mancanza di fondi, non sarebbe stato meglio dichiarare il dissesto? I cittadini sono stati traditi dall’esperienza politica di Accorinti, tante promesse, tanta demagogia, tante lezioni di stile ma senza l’ombra di un fatto concreto”.

giunta accorintiDispiace dirlo- prosegue il consigliere- ma in tanti componenti della Giunta, regna anche la presunzione di non poter mai essere contraddetti, come se la democrazia e la libertà di manifestare il proprio pensiero non fossero più diritti costituzionalmente garantiti e alla base del vivere democratico. Sarebbe dignitoso che il Sindaco e l’Assessore all’Igiene cittadina, in questo caso, informassero, mediante un discorso pubblico, tutti i cittadini che non è possibile, per mancanza di fondi, eliminare, topi, blatte, insetti dalle strade, assumendosene la responsabilità. Mi chiedo allora che senso ha la delega all’igiene cittadina se a tutto ciò si somma la crisi ed il paradosso di Messinaservizi con lotte mediatiche che fanno male solo alla città ed a tanti lavoratori onesti che personalmente ho visto, loro si a mani nude, pulire il letto del Torrente Bisconte tanto per portare un esempio”. 

Nei prossimi giorni, stante il perdurare della situazione incresciosa di mancanza di igiene in città- conclude- sarò costretto a chiedere l’intervento del Sig. Prefetto per cercare di risolvere un problema divenuto una vera e propria emergenza“.