La CISL Vigili Del Fuoco lancia un appello ai futuri amministratori di Villa San Giovanni e Campo Calabro

 La CISL Vigili Del Fuoco lancia un appello ai futuri amministratori di Villa San Giovanni e Campo Calabro

vigili del fuocoLa FNS CISL di Reggio Calabria lancia un accorato appello al futuro sindaco di Villa San Giovanni in quanto rischia di perdere il proprio distaccamento provinciale dei Vigili del Fuoco: ormai da troppo tempo il distaccamento di Villa San Giovanni ha la propria sede in una struttura che doveva essere soltanto temporanea e di fatto non totalmente corrispondente alla esigenze proprie dei Vigili del Fuoco con grande disagio per i lavoratori che vi prestano servizio. Il distaccamento dei Vigili del Fuoco di Villa San Giovanni ad oggi effettua quasi  1500 interventi l’anno ed è ritenuta una delle sedi più importanti della provincia, non solo per le attività di soccorso del Comando, ma anche per le grandi potenzialità di sviluppo che il Ministero dell’Interno vorrebbe dargli in relazione alla posizione strategica che la vedrebbe come possibile autorimessa per la Colonna Mobile Regionale, grazie ad una posizione che lo pone in prossimità degli imbarchi per la Sicilia, il relativo nodo ferroviario ed alla nuova A2 (autostrada del mediterraneo). Su ripetuti solleciti, le passate Amministrazioni del Comune di Villa San Giovanni avevano fatto intendere ai vertici del Comando che da li a breve si sarebbe potuta dare in concessione d’uso a titolo gratuito, un’area adeguata per estensione ed in una posizione strategica anche in funzione di una maggiore tempestività per gli interventi di soccorso verso i cittadini di Villa San Giovanni, oltre che un luogo ed una struttura più consone anche alle esigenze dei lavoratori interessati. Il progetto della nuova caserma e tutti i costi di costruzione, sarebbero dovuti essere a carico del Ministero dell’Interno. Ad oggi purtroppo la procedura di concessione dell’area non è approdata al vaglio del consiglio comunale per le note vicende che lo hanno interessato oltre che, forse, per una scarsa attenzione a riguardo. Il rischio è che i finanziamenti inizialmente previsti vengano destinati altrove, e con essi, l’attenzione e l’interesse di istituire questa nuova importante struttura, in un periodo in cui la carenza di risorse economiche è sempre più evidente, in altri luoghi, magari come spesso accade in questi casi, in aree geografiche ben lontane  dalla Calabria. Pertanto la segreteria territoriale della FNS CISL, con il suo segretario di categoria Antonino Stilo e il Segretario generale Giuseppe Rodà, sollecitano i rappresentanti politici del comune di Villa San Giovanni, o anche eventualmente quelli del vicino Comune di Campo Calabro, che spesso si sono detti interessati a rendere disponibile il loro Comune per ospitare il futuro Distaccamento, a non lasciarsi sfuggire questa possibilità e a prendere come primo impegno, dal giorno del loro insediamento, un incontro fra i vertici Sindacali, Comando, e Amministrazione comunale, manifestando il proprio impegno affinché, questa importante struttura, possa finalmente realizzarsi nel proprio comune, scongiurando il rischio di perdere un essenziale presidio di soccorso, legalità e sicurezza,  per il territorio.