Il ricordo di un giorno speciale

Barbara sDallo scorrere del tempo inesorabile, c’ è qualcosa che di più grande rimane tangibile. Un salto nel passato al quale sei legato da quel periodo sbarazzino, l’ adolescenza che ti porta spensierato ad agire con quel barlume di responsabilità che si limitava solo a pensare cosa si sarebbe fatto il giorno successivo, dove le lezioni di scuola erano una penitenza quotidiana. Tutti ci siamo passati e in qualche modo ci vorremmo ritornare, una mancanza, la malinconia di quel sole che ti illuminava il viso e la non maturità per te aveva già deciso. Il 30 di giugno è una data importante come ogni giorno nel quale si rinnova una nascita, un matrimonio; un evento per il quale si lascia scorrere l’ inevitabile, perché purtroppo siamo di passaggio. Quale soggetto migliore se non un’ autentica principessa , l’Olandese Barbara Snellenburg che del suo stile di vita si può dire ne ha fatto un “Modello”. Chi non rammenta quegli sguardi da adolescente innamorata rivolti al suo Marco(Raul Bova) che insieme si resero celebri negli anni 90 con il film di Vanzina “Piccolo Grande Amore”. Non è solo bella, è molto di più, perché ad accostarsi al personaggio della nobiltà che sognava una vita normale nella realtà di ogni giorno c’ è una donna speciale che del vivere bene ne ha fatto un proprio stile. Milano in qualche modo l’ha adottata, ogni tanto tra una pausa e l ‘altra la si vede girovagare per le strade con la spensieratezza di una quindicenne, con lo charme di una trentenne non dimenticandosi mai di sorridere e arrossire; questo è il suo modo di vivere. Sarà un giorno importante un giorno diverso, ricorre la nascita di un’ eleganza, di una raffinatezza con tanta umiltà lei ne ha fatto certezza. “Tanti auguri Barbara”.

Giuseppe Ierace