Il giornalista Emilio Buttaro, 50 anni e l’entusiasmo di un ragazzino [FOTO]

Emilio Buttaro“Il mezzo secolo coincide con l’inizio di una seconda vita? Balle, io mi tengo la prima e spero di proseguire a fare tutto con l’entusiasmo che mi ha accompagnato sempre in tanti anni di attività “. È il pensiero del giornalista Emilio Buttaro che proprio oggi taglia il traguardo dei 50. Collaboratore di diverse testate italiane e straniere, presentatore di eventi nazionali, il collega Emilio da quasi 30 anni vive in Emilia-Romagna. “Da quando ho iniziato a fare questa attività a Reggio, intorno alla metà degli anni ’80 – spiega Buttaro da Los Angeles dove si trova in questi giorni – moltissime cose sono cambiate. Il mio entusiasmo però è davvero rimasto intatto ed ammetto di avere sempre una certa carica di adrenalina prima di realizzare l’intervista a un personaggio, o di seguire un evento di rilievo, o di partecipare alla presentazione di un film, di un libro o di una trasmissione televisiva. Così come c’è sempre una certa emozione, la sera prima o la stessa mattina dell’uscita di un mio pezzo su un giornale, proprio come accadeva una volta”. In quasi 35 anni di giornalismo il collega Buttaro di soddisfazioni ne ha avute parecchie. Dal suo microfono sono passati tra gli altri grandi campioni del calcio come Pelè, Maradona, Ronaldo e Totti, i premi Oscar Benigni, Sorrentino e Salvatores ed ancora miti immortali come Mike Bongiorno, Gino Bramieri e Luciano Pavarotti. “Ho collezionato più di 15.000 foto durante le varie interviste e considerato che non sempre è possibile realizzare lo scatto fotografico direi di avere già un discreto album dei ricordi. Ovviamente l’obiettivo è sempre quello di confezionare un buon servizio, se poi uno di quei momenti viene anche immortalato allora è anche una soddisfazione in più, un’altra cosa che rimane nel tempo”. Nel giornalismo il collega Buttaro continua a crederci come un tempo. “È vero, credo sempre in questa attività anche se con gli anni si è modificata e non sempre in meglio. Penso che il giornalismo debba essere un servizio, aiutare davvero la gente a capire i fatti. L’intervista che vorrei realizzare? Mi piacerebbe incontrare un altro Premio Oscar, Penelope Cruz, la trovo un’attrice strepitosa anche se il sogno dell’ultimo periodo è Sophia Loren”. E noi auguriamo al collega Emilio di poter centrare al più presto i suoi obiettivi professionali, magari continuando a mantenere l’entusiasmo di un ragazzino…