Il Cis Calabria rende omaggio a Bob Dylan, Premio Nobel 2016 per la letteratura

Il Cis Calabria ha reso omaggio a Bob Dylan nel contesto del ciclo di incontri sulla “Letteratura mondiale”

Foto manifesto Bob Dylan - 8 giugno 2017Giovedì 8 giugno 2017, alle ore 18.00, nella Sala della chiesa di S. Giorgio al Corso – Reggio Calabria, il Centro Internazionale Scrittori della Calabria, nel contesto del ciclo di incontri sulla “Letteratura mondiale” di lingua Inglese, promuove una conversazione su a Bob Dylan, Premio Nobel 2016 per la letteratura. Introduce Maria Quattrone, già dirigente del Liceo classico “T. Campanella” di Reggio Calabria. Attraverso immagini multimediali relazionerà la prof.ssa Silvana Comi, docente di Lingua e letteratura Inglese nelle scuole secondarie superiori. Bob Dylan, nome d’arte di Robert Allen Zimmerman, nato il 24 maggio 1941 a Duluth, è un cantautore, compositore e chitarrista statunitense. Nella sua lunga carriera è stato ed è tuttora scrittore, poeta, pittore, attore e conduttore radiofonico e rappresenta una delle più importanti figure nella musica degli ultimi cinquant’anni. I testi delle sue prime canzoni affrontano temi politici, sociali e filosofici, e risentono di influenze letterarie. Dylan è stato premiato più volte per la sua musica. I suoi album sono stati premiati con Grammy Award, Golden Globe e Academy Awards, ed è stato incluso nella Rock & Roll Hall of Fame, nella Nashville Songwriters Hall of Fame e nella Songwriters Hall of Fame. Nel 1999, Dylan è stato inserito dal TIME tra le cento più influenti personalità del XX secolo e nel 2004 è stato classificato come il secondo più grande artista di tutti i tempi dalla rivista Rolling Stone, preceduto dai Beatles. Nel corso degli anni, Bob Dylan ha ampliato e personalizzato il suo stile musicale arrivando a toccare molti generi diversi come folk, country/blues, gospel, rock and roll, rockabilly, jazz e swing, ed anche musica popolare inglese, scozzese ed irlandese.  Nel gennaio 1990 il ministro della cultura francese Jack Lang lo ha nominato Commandeur des Arts et des Lettres, nel 2000 è stato insignito del Polar Music Prize dalla Accademia Reale svedese di musica e nel 2007 del Premio Principe delle Asturie. Nel 2008 gli è stato assegnato il premio Pulitzer alla carriera e nel 2016 il Premio Nobel per la letteratura per aver “creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana”.