Il Blue Whale dilaga in Sicilia: quattordicenne finisce nella trappola, salvata dai compagni di classe

Un altro caso di Blue Whale in Sicilia, una quattordicenne viene salvata dai compagni di classe

Blue WhaleUna corsa contro il tempo per salvare la propria compagna di classe finita nella trappola del Blue Whale. È successo a Caltanissetta. Ieri una quattordicenne originaria della provincia nissena, durante l’orario di lezione si è allontanata per andare in bagno. Trascorso un lasso di tempo piuttosto lungo, i compagni di classe preoccupati hanno deciso di verificare se la compagna di classe stesse bene o se avesse avuto un malore. Nei bagni della scuola la tragica scoperta: la quattordicenne è stata ritrovata in una pozza di sangue per i tagli che si era inflitta alla mano. Una delle regole del gioco, che culmina poi nell’atto finale del suicidio, prevede infatti punizioni corporali di tal genere. Immediati i soccorsi dei sanitari del 118, che hanno prestato le prime cure alla giovane. Sul caso ora indagano la Polizia postale e gli investigatori per scoprire chi abbia indotto la ragazza a commettere il gesto. La ricerca si estende sui social network a cui è iscritta la ragazza. Anche l’istituto scolastico in cui è iscritta la ragazza si è attivato affinché la quattordicenne, che vivrebbe in un contesto familiare difficile, segua un programma di riabilitazione psicologica.