Giusto scarcerare Totò Riina? I pro e i contro di una vicenda ricca di polemiche

La Cassazione ha accolto il ricorso per quanto riguarda la scarcerazione del Capo di Cosa Nostra Totò Riina

Totò RiinaLa decisione della Cassazione, riguardo la scarcerazione del capo di Cosa Nostra Totò Riina, ha fatto discutere moltissimo e non è stata accolta affatto bene dal popolo, che tramite i social e non solo ha dimostrato di non aver approvato affatto la decisione presa, nei confronti di un elemento che anche se anziano e malato, rappresenta tutt’ora una minaccia per lo Stato Italiano. Anche se ognuno di noi merita una morte dignitosa, nessuno riesce a dimenticare i danni causati da quest’uomo insieme alla sua organizzazione.

Probabilmente anche Giovanni Falcone e Paolo Borsellino avrebbero meritato una morte dignitosa e se esiste una giustizia è giusto che sia misurata in base a come ci comportiamo, senza avvantaggiare nessuno rispetto ad altri, specialmente se il soggetto in questione si chiama Totò Riina. La Cassazione tra le varie motivazioni, riguardanti la decisione di far proseguire la pena del Capo Mafia ai domiciliari, si giustifica con l’età dell’uomo, che risulta avere diverse patologie, ma i dubbi nonostante tutto non possono far altro che rimanere.

Il concetto di Giustizia viene infangato dalla Giustizia stessa, che in questo caso ha avuto una grande incoerenza e ha infangato la legge, che forse mai come adesso non è più uguale per tutti.