Gioia Tauro: “non basta più la solidarietà verso la Cooperativa Valle del Marro”

Gioia Tauro: “non basta più la solidarietà verso la Cooperativa Valle del Marro”

valle-del-marro-aprile-2016Dure parole da parte dei sindacati calabresi. “Come più volte ribadito, non basta più la solidarietà verso la Cooperativa VALLE DEL MARRO – LIBERA TERRA, fondata nel 2004 da Don Pino Demasi referente di Libera Piana di Gioia Tauro, che ha subito per l’ennesima volta furti e danneggiamenti per miglialia di euro in alcuni terreni confiscati alla ‘ndrangheta. L’impegno della Cooperativa Valle del Marro si concretizza nello gestire i terreni confiscati alla‘ndrangheta per ridarne valore sociale e, insieme a LIBERA e alla CGIL, è impegnata ogni anno nei Campi della Legalità che servono a costruire e a rafforzare un concreto impegno contro le mafie e contro il malaffare. Acquista quindi, ancora più valore il prossimo 6 luglio a Polistena e a Gioia Tauro la presenza di Ivana Galli, Segretaria nazionale FLAI CGIL, e Susanna  Camusso, Segretario Nazionale CGIL, per ribadire l’impegno della FLAI e dalla CGIL  nella battaglia per la legalità. Il nostro impegno non è transitorio: l’anno scorso a Cinquefrondi, quest’anno a Polistena e a Gioia Tauro, per la Cgil nazionale la Piana di Gioia Tauro rappresenta il terreno più alto nella lotta alla ‘ndranghetra e per l’impegno verso la legalità. La FLAI e la CGIL sostengono lo sforzo investigativo delle Forze dell’Ordine e della Magistratura per individuare ed arrestare mandanti ed esecutori di questi vili atti intimidatori” concludono.