Gioia Tauro, la Corte di Cassazione accoglie il ricorso dell’Ing. Angela Nicoletta

A Gioia Tauro è stato accoltodalla Corte di Cassazione il ricorso presentato dall’Ing. Angela Nicoletta e adesso si attende un nuovo giudizio davanti al Tribunale del Riesame

Gioia-Tauro-municipioAll’esito della camera di consiglio del 21 giugno, la quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha accolto il ricorso proposto dall’ing. Angela Nicoletta, assistita dagli avv. Nico d’Ascola, Ettore Squillaci, Maria Antonietta Puntillo, avverso il provvedimento con il quale il Tribunale del Riesame aveva confermato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.i.p. . L’ing. Angela Nicoletta è attualmente imputata nell’ambito del procedimento “Cumbertazione” perché accusata, tra l’altro, di avere agevolato talune cosche di ‘ndrangheta nella sua veste di dirigente del settore lavori pubblici del Comune di Gioia Tauro. L’annullamento della Suprema Corte ha riguardato sia la fattispecie di concorso esterno sia quella di partecipazione ad associazioni a delinquere con finalità di agevolazione mafiosa contestate all’ing. Nicoletta. Per effetto dell’annullamento con rinvio da parte della Suprema Corte, si dovrà ora celebrare un nuovo giudizio davanti al Tribunale del Riesame.