Elezioni Comunali: flop del M5S, vince il bipolarismo ma Grillo non ci stà

Elezioni Comunali: flop del M5S, vince il bipolarismo. Grillo non ci stà: “siamo la forza più presente, crescita lenta ma c’è”

GrilloIl M5S fuori dai ballottaggi nelle grandi città, riscossa del centrodestra, prevale il bipolarismo. Dal voto comunale di ieri emerge una spinta alle coalizioni, ma l’affluenza si ferma al 60,07%, in forte calo soprattutto al nord. Beppe Grillo va all’attacco: “il M5s è la forza più presente, crescita lenta ma c’è, illudetevi che abbiamo fallito, l’importante è non mollare mai. Tutti gongolano sul ritorno del bipolarismo’, ma ‘senza le liste civiche Renzi avrebbe faticato a mettere anche solo qualche consigliere comunale”. Per il capogruppo M5s a Bologna e braccio destro di Casaleggio, Massimo Bugani: “dobbiamo riflettere sulla regola del doppio mandato. Un vincolo che ha fatto da freno a molti”. Renzi intanto va a sorpresa ad Accumoli e Amatrice: “buoni i dati amministrative – commenta – adesso avanti per i ballottaggi”.