Disastro Juventus: l’uragano Real Madrid abbatte i bianconeri

La Juventus durante la finale contro il Real Madrid ha visto sfuggire nuovamente quella Champions League che ormai manca da anni nella bacheca

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Ancora una volta il sogno dei bianconeri sfuma definitivamente contro un Real Madrid, che dall’inizio alla fine della gara è cresciuto sempre di più, fino a travolgere i bianconeri con un secco 4-1, grazie al solito Cristiano Ronaldo che queste serate non le sbaglia mai e lo dimostra anche questa volta. Tuttavia Buffon e compagni hanno cercato fino all’ultimo momento di rimanere al passo con la gara, in modo da potersela giocare fino alla fine, infatti il pareggio con il gol-capolavoro di Mandzukic aveva lasciato pensare ad un match in sospeso fino al 90°.

La maledizione dell’ultimo atto continua anche nell’anno in cui la Juventus forse aveva una maggiore convinzione dei propri mezzi a livello internazionale, infatti dopo la batosta di due anni fa contro il Barcellona, la squadra di Allegri sembrava aver maturato quel misto di cattiveria ed esperienza che permettono di portare a casa partite come questa, ma probabilmente ai bianconeri manca ancora qualcosa per essere sul tetto d’Europa.

LaPresse/Spada

LaPresse/Spada

Fino a quando il risultato si era stabilizzato sull’1-1 la fortuna non ha aiutato la Juventus, che con una rocambolesca deviazione subisce il gol del 2-1 da parte di Casemiro, ma aldilà di quest’episodio il Real Madrid ancora una volta ha dimostrato di meritare queste serate e sopratutto di saperci stare meglio di chiunque altro, con un arma in più dal nome Cristiano Ronaldo, che con uno splendido inserimento realizza il gol che taglia definitivamente le gambe ai bianconeri, per poi guadagnarsi per l’ennesima volta un primo piano tutto suo mentre pronuncia la frase “ yo estoy aqui“, come dargli torto?