Crotone, salvezza e promessa mantenuta: dopo il pellegrinaggio del presidente Vrenna oggi è toccato ai tifosi

A piedi per 13 km, prima il presidente Gianni Vrenna due giorni dopo i tifosi per onorare la promessa fatta in caso di conquista della salvezza in Serie A.

VRENNA-1-630x420L’orgoglio di aver tenuto in serie A una squadra, il Crotone, e un’intera regione, la Calabria nel calcio che conta. Una rimonta impossibile per molti ma non per tutti, come Nicola, i tifoi ed il Presidente Vrenna che in questa squadra ha investito ma soprattutto dato fiducia sin dalla prima giornata. Una rimonta ai danni dell’Empoli nelle ultime nove giornate, partendo da 8 punti di svantaggio fino al sorpasso nella notte del 28 maggio e la conseguente salvezza. Così come tutte le promesse da mantenere anche i tifosi rossoblù hanno percorso a piedi i 13 km che separano la città dal santuario di Capocolonna Hera Lacinia. Circa una quarantina di tifosi rossoblù hanno tenuto fede al loro “voto” per la salvezza della squadra nel campionato di Serie A, con partenza dal lungomare di Crotone (alle 6:30) sino alla colonna del tempio di Hera,  gran parte in salita. 

Santuario crotone tifosiUn giorno di festa acconpagnata dalle canzoni e dal ricordo di Rino Gaetano, un omodo per celebrare  anniversario della morte del cantautore crotonese, deceduto il 2 giugno 1981 in un incidente stradale a Roma, e le cui canzoni sono la colonna sonora della Curva Sud. Una camminata piacevole e condita dall’entusiasmo di chi rifarebbe lo stesso tragitto altre 100 volte pur di salvarsi nel massimo campionato di calcio. Nel santuario c’è stato un minuto di preghiera da parte dei partecipanti, ma anche considerazioni e commenti riguardo al futuro del Crotone. A tal proposito lo stesso Presidente rossoblù Gianni Vrenna  accompagnato dal dirigente della società, Raffaele Marino, due giorni fa è stato il protagonista della stessa promessa, compiendo a piedi il tragitto che da Crotone porta al santuario della Madonna di Capo Colonna: “questo pellegrinaggio al santuario di Capo Colonna – ha detto Vrenna – è emblematico anche del percorso che abbiamo fatto in campionato: c’è stata tanta salita, ma alla fine siamo riusciti a raggiungere la salvezza“.