Città Metropolitana: il vicesindaco Mauro sull’arresto del latitante Giorgi

Mauro - Falcomatà“L’arresto del latitante Giuseppe Giorgi rappresenta l’ennesimo importante traguardo raggiunto dall’Arma dei Carabinieri, da tutte le forze dell’ordine e dalla Direzione Distrettuale Antimafia”. Commenta così Riccardo Mauro, vicesindaco della Città Metropolitana di Reggio Calabria, l’arresto del pericoloso latitante avvenuto ieri a San Luca. “Condivido le parole espresse dal procuratore Federico Cafiero de Raho – aggiunge il vicesindaco – quando afferma che i carabinieri che festeggiano è come se tornassero bambini, dimostrano di amare il proprio lavoro, rappresentano la parte più bella dello Stato”. “Lo Stato che vogliamo – evidenzia Mauro – è proprio quello che stana il latitante, lo arresta e lo assicura alla giustizia con l’impegno e il sacrificio dei suoi uomini migliori. Adesso però occorre avere la giusta consapevolezza che per debellare questo cancro, oltre ai costanti successi delle nostre procure e delle forze dell’ordine, servirebbero concrete politiche di promozione e sostegno allo sviluppo e all’occupazione della nostra terra che si vede violentata e limitata”. “La politica nazionale – sostiene il vicesindaco metropolitano- non può limitarsi a gioire per i successi della magistratura. Per completare e non vanificare l’opera degli inquirenti e di questi speciali ragazzi in divisa, occorre generare occupazione e questo è il dovere che la politica nazionale deve ai nostri territori”. “Il lavoro è l’unica vera opportunità che questa terra aspetta – conclude Mauro -  è l’unica via d’uscita per tutte le nuove generazioni di ragazze e ragazzi, perché la Ndrangheta si nutre del bisogno e il modo migliore per limitarla è creare reali politiche di sviluppo e quel lavoro tutelato anche nella nostra carta costituzionale”.