Calabria, Usb: “inaccettabile la situazione in cui versano i precari dei vigili del fuoco”

Per il sindacato Usb è inaccettabile la situazione in cui versano i precari dei vigili del fuoco

vigili del fuocoPer il sindacato Usb è inaccettabile la situazione in cui versano i precari dei vigili del fuoco. “Oggi i precari dei Vigili del Fuoco sembrano essere tanti “Bastian”, dove nelle sue mille avventure piene di ostacoli non vi era mai una fine, e dove il regista di questa serissima vicenda non è Wolfgang Petersen ma il vero regista di questa straziante “Storia Infinita” è il Governo. Dopo la bocciatura arrivata proprio dal M.E.F. per mancanza di soldi da stanziare per tutte le assunzioni, inerente proprio al Rapporto d’impiego con l’amministrazione (come prevede la Risoluzione Fiano), tutti i lavoratori precari VV.F., vivono in un clima di perenne sconforto e non solo. Vogliamo evidenziare che la nostra “Costituzione” parla chiaro in materia di diritto di ogni singolo individuo per perseguire una vita dignitosa e degna di ogni essere umano con diritti e doveri, che vale la pena essere vissuta poiché la vita è una cosa meravigliosa ed è unica e sola. Nelle stanze dell’Unione Sindacale di Base stanno arrivando parecchi “messaggini” di lavoratori che non ce la fanno più a continuare a vivere con questo “enigma” che sembra non avere una fine. Infatti l’USB della Calabria questo non lo può più accettare e sopportare poiché tanti lavoratori precari VV.F. negli ultimi anni si sono tolti la vita per colpa dello schiavismo del “precariato” nel nostro Corpo Nazionale, e noi dobbiamo mettere la parola fine a questo stillicidio, poiché a questo mondo se non sei figlio di o non hai un nome, la società continua a schiacciarti e farti rimanere sempre più in indietro, quindi a noi “ultimi”, non resta che la lotta ed il sudore per la conquista di tutti i diritti che ogni giorno ci vengono calpestati.

Non vogliamo piangerci addosso e ne fare tenerezza a nessuno, poiché bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza di ogni singolo cuore. Questo è uno dei tanti capitoli più difficili, poiché la stessa USB da “sola” ha messo in piedi tutta la Risoluzione Fiano per soddisfare tutti, partendo proprio dai cittadini affinché abbiano quotidianamente un soccorso altamente efficiente, rispettando appunto i parametri del soccorso sanciti dall’UE e soprattutto per tutti i lavoratori che si sono visti negli anni sfruttati da un’amministrazione sempre più tiranna e da una classe dirigente sempre più agnostica. Sappiamo solo che tutti i lavoratori hanno bisogno di risposte concrete, e speriamo ogni giorno che nessuno si aggiunga più alla lista mera delle tragedie per la troppa superficialità di chi dirige l’orchestra dei piani alti. Non ha importanza quante volte cadi nella vita, ma è quante volte sei disposto a sentire quello che hai subito ed avere la forza di rialzarti per vedere tramontare l’alba della tua vittoria. Ogni lavoratore precario VV.F. si sente come se fosse un pezzo di una scacchiera truccata, in cui ogni mossa fatta mette sotto scacco il nostro Re. Per fortuna l’unico scacco che farà terminare la partita è lo scacco matto. La partita non finirà finché non raggiungeremo la giustizia per ogni precario, anche se dovesse essere l’ultima partita della nostra vita” conclude l’Usb.