Barcellona Pozzo di Gotto, inaugurata la “biblioteca del quartiere”

Grazie alla collaborazione tra il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e l’Istituto Comprensivo “Foscolo” è stata ufficialmente inaugurata la “biblioteca di quartiere”

Barcellona_Pozzo_di_Gotto_Il_MunicipioFrutto della collaborazione tra il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto e l’Istituto Comprensivo “Foscolo”, è stata inaugurata ieri mattina la “biblioteca di quartiere” di Sant’Antonino realizzata dall’I.C. “Foscolo”.

La biblioteca, collocata nel complesso del Centro Polifunzionale di proprietà del Comune e costruito qualche anno addietro nel quadro del “Contratto di Quartiere II-S. Antonino”, iniziativa complessa di riqualificazione urbana promossa e attuata dalla Giunta guidata da Candeloro Nania, coniuga efficacemente in un unicum inscindibile la funzione di divulgazione della conoscenza e della cultura con quella di promozione dello sviluppo sociale, di aggregazione e di costruzione di un’identità di quartiere.

Nel corso della cerimonia, ampiamente partecipata dal personale e dagli alunni dell’Istituzione scolastica, ma anche da diversi residenti del quartiere, la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Felicia Oliveri,  nel manifestare la soddisfazione per il risultato raggiunto, frutto dell’impegno del personale della “Foscolo”, ha anche descritto i contenuti e le finalità dell’iniziativa e fornito i dettagli dei servizi offerti dalla biblioteca; l’Amministrazione comunale é stata rappresentata dal Sindaco Roberto Materia e dall’Assessore alla Cultura Ilenia Torre.

Il rapporto tra le due istituzioni, intrapreso qualche anno fa, si é notevolmente rafforzato con l’Amministrazione Materia in virtù del protocollo stipulato sul finire del 2015, grazie al quale l’Istituto “Foscolo” oggi può disporre dell’intero compendio del Centro Polifunzionale per l’attuazione di progetti didattici, di laboratori creativi e, in generale, per attività di promozione culturale e sociale.

Il compendio del Centro Polifunzionale, peraltro, al di là delle iniziative citate promosse dal Comprensivo e dall’Amministrazione, resta “aperto” a tutto il privato sociale che può fruirne – chiaramente in condivisione con l’I.C. “Foscolo” e seguendo le finalità del protocollo d’intesa – per altre iniziative di promozione culturale e sociale.