Alternanza scuola-lavoro: a Reggio Calabria l’Arpacal conclude un anno denso di appuntamenti

CartolinaEOSsConcluso l’anno scolastico, termina anche l’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro per gli studenti ospiti presso il Dipartimento di Reggio Calabria dell’ARPACAL, provenienti da vari Istituti scolastici della provincia reggina:  Liceo Scientifico “L. da Vinci”-  Liceo Scientifico “A. Volta”- Liceo Classico “T. Campanella” – Convitto Nazionale di Stato “T. Campanella” – I.I.S. “A. Righi” – Liceo Scientifico e delle Scienze Umane “S. Vincenzo de’ Paoli” – Liceo Scienze Umane e Linguistico “T. Gullì” – I.I.S. “L. Einaudi” di Palmi. Da settembre 2016, al mese di giugno 2017,  103 studenti,  per un totale di 470 ore, si sono alternati presso i Laboratori Chimico, Fisco e Bionaturalistico e i Servizi tematici Aria, Acque, Suolo e Rifiuti, Radiazioni e Rumore, Verifiche Impiantistiche, del Dipartimento di Reggio Calabria, dove, attraverso una metodologia didattica che valorizza l’aspetto formativo dell’esperienza pratica, hanno potuto apprendere  le procedure utilizzate dall’Agenzia per effettuare i controlli sul territorio, e le analisi delle varie matrici ambientali. Sempre particolarmente significativa ed entusiasmante  l’esperienza vissuta dagli studenti  non solo sul territorio della provincia di Reggio Calabria ma anche nel corso della visita a Catanzaro presso il Centro Multirischi dell’Arpacal ed il Parco della Biodiversità Mediterranea; in “trasferta”  nella provincia di Cosenza gli studenti hanno  avuto l’opportunità di approfondire le loro conoscenze sul ciclo dei rifiuti presso il “RiMuseum”  e,  sulla biodiversità  del nostro territorio, durante la visita all’Orto Botanico dell’Università della Calabria. I positivi risultati conseguiti dagli studenti confermano che il contatto diretto con il mondo del lavoro è sicuramente un valido “strumento di formazione-orientamento” per scoprire campi di interesse e attitudini ma anche per approfondire competenze di base, tecnico-operative e trasversali. Riflessioni e approfondimenti, proposti nell’ambito delle attività di Educazione Orientata alla Sostenibilità,  hanno consentito  agli studenti di discutere sull’uso indiscriminato delle risorse ambientali, del moltiplicarsi dei danni dovuti all’inquinamento e degli effetti sulla salute umana, ma anche di una normativa ambientale sempre più vincolante in termini  di obblighi di tutela ambiente-sicurezza.   I percorsi formativi sono stati garantiti dal sistema tutoriale, messo a punto dalla scuola e dall’Agenzia  e dalla condivisione dell’intero processo formativo, dalla fase di progettazione e di attuazione a quella di verifica e di certificazione dei risultati. Si  conclude dunque un  percorso formativo molto impegnativo per  il personale dell’ARPACAL , considerato il numero degli studenti accolti, ma anche molto ricco e stimolante. Oggi i Laboratori del Dipartimento di Reggio Calabria sono particolarmente silenziosi, manca il vociare degli studenti, la loro energia, il loro entusiasmo di scoprire e conoscere. Ma al Dipartimento Arpacal di Reggio Calabria sono pronti a ricominciare: si stanno già programmando nuove attività e iniziative  da condividere con  gli studenti per il prossimo anno scolastico.