Aeroporto di Reggio Calabria, Dieni: “Oliverio incapace di garantire i servizi minimi”

alitalia aeroporto dello stretto reggio calabria panorama etna isole eolie milazzo sicilia (24)“Invece di comportarsi come le scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano, il governatore Oliverio dovrebbe dire se ha intenzione di fare qualcosa per aumentare i voli da e per Reggio Calabria”. Così la deputata del M5S Federica Dieni. “Ormai da mesi – continua la parlamentare –, nello scalo sono operativi solo due voli giornalieri, uno per Roma e l’altro per Milano, assolutamente insufficienti a garantire le richieste dell’utenza del “Tito Minniti”, soprattutto con l’approssimarsi della stagione estiva». «Una scelta, quella di Alitalia, che, come abbiamo già avuto modo di ribadire – aggiunge Dieni –, è ancor più incomprensibile se si considera che i voli per i tre mesi estivi sono già stati prenotati con largo anticipo. Ciò sta a significare che l’Aeroporto dello Stretto ha un mercato di riferimento tutt’altro che asfittico e che, allo stesso tempo, le istituzioni locali sono incapaci di far valere questo peso economico nelle sedi che contano». «Voci non confermate, inoltre – prosegue la deputata 5 stelle –, riferiscono circa il mancato pagamento dell’ormai famoso debito di 1,8 milioni nei confronti di Alitalia. Un saldo che, aveva assicurato Oliverio, sarebbe invece avvenuto nel mese di marzo. Proprio questa circostanza, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe alla base della scelta di Alitalia di non aumentare i voli da e per Reggio Calabria». «Ci auguriamo – conclude Dieni – che si tratti soltanto di retroscenismi, altrimenti la vicenda confermerebbe una volta di più l’irresponsabilità di Oliverio, finora incapace di assicurare al “Tito Minniti” perfino i servizi minimi di un aeroporto degno di questo nome”.