A Reggio Calabria l’iniziativa dal titolo “60 anni dopo i Trattati di Roma. Le sfide attuali dell’Unione Europea e il ruolo del Mezzogiorno”

palazzo campanellaSarà tra gli eventi più significativi nel 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma, il convegno promosso a Reggio Calabria dalla Presidenza del Consiglio regionale, in collaborazione con l’Università Mediterranea, con il patrocinio della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province Autonome, nonché degli Ordini degli Avvocati e dei Dottori commercialisti e degli esperti contabili della città dello Stretto. “60 anni dopo i Trattati di Roma. Le sfide attuali dell’Unione Europea e il ruolo del Mezzogiorno”, questo il titolo dell’iniziativa che si svolgerà venerdì prossimo 23 giugno, alle ore 14.30, nella sala “Federica Monteleone” di Palazzo Campanella e che è stata inserita nell’elenco ufficiale delle celebrazioni del Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Opportunità per una riflessione di alto valore scientifico, grazie al parterre di relatori che si soffermeranno sul processo dell’integrazione fin qui compiuto e sui grandi ideali che hanno mosso il sogno europeista, con lo sguardo rivolto al futuro per superare criticità e debolezze attuali. “Il sogno visionario di un’Europa unita, solidale e senza barriere è ancora valido”, ha affermato il presidente Nicola Irto. “Servirà ripartire oggi da un nuovo meridionalismo, inteso quale motore di un’Europa che funziona e che sappia rispondere ai bisogni della collettività. Occorrerà inaugurare una nuova fase politico-istituzionale: la sfida che abbiamo di fronte è quella di contribuire al processo di integrazione nel quale il Sud sia posto al centro e non sia chiamato solo a sobbarcarsi l’emergenza migranti, ma diventi il cuore del Continente, in un mondo profondamente trasformato dalla globalizzazione. Su queste priorità intendiamo confrontarci in occasione di un momento simbolico, ma anche di alto contenuto scientifico e intellettuale, per il quale ringrazio per l’importante contributo il direttore del Digiec dell’Università Mediterranea, Francesco Manganaro. Sento altresì di rivolgere un ringraziamento al presidente dell’ordine degli Avvocati, Alberto Panuccio, e al presidente dell’ordine dei Commercialisti, Stefano Poeta”. Ricco il programma dell’evento. La conferenza sarà avviata con i saluti istituzionali del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, del prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari, del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, del rettore dell’Università Mediterranea, Pasquale Catanoso, del presidente dell’Ordine degli Avvocati reggini, Alberto Panuccio, e del presidente dell’Ordine dei Commercialisti, Stefano Poeta. Ad introdurre i lavori sarà il presidente del Consiglio regionale della Calabria Nicola Irto. Seguiranno le relazioni di Davide Giacalone (Editorialista e Scrittore) con l’intervento dal titolo “Viva l’Europa viva” e successivamente di Marina Mancini (Associato di Diritto internazionale all’Università Mediterranea di Reggio Calabria) che si occuperà di “Unione Europa e lotta al terrorismo internazionale”.
Su “L’Unione Europea e la Brexit” interverrà Michele Messina (Ricercatore di Diritto dell’Unione Europea – Università di Messina) mentre Caterina Malara (Dottore di ricerca in Ordine internazionale e diritti umani – Università Mediterranea) si occuperà de “L’allargamento dell’Unione Europea: quali prospettive?”. Dopo una breve pausa, i lavori proseguiranno con l’intervento, alle 16.50, di Alfredo Durante Mangoni (Coordinatore attività Internazionali anticorruzione del Ministero degli Affari Esteri). Al centro del suo contributo: “Il contrasto alla corruzione nell’Unione Europea”. “L’Unione Europea e la gestione del fenomeno migratorio” sarà oggetto della relazione di Federico Casolari (Associato di diritto dell’Unione Europea – Università di Bologna). Sui diritti fondamentali e crisi dell’Unione Europea offrirà il suo apporto Ruggiero Cafari Panico (Ordinario di Diritto dell’Unione Europea – Università di Milano); “I rapporti dell’Unione Europea con Stati Uniti e Russia” saranno affrontati da Natalino Ronzitti, Emerito di Diritto internazionale alla LUISS Guido Carli, nonché una delle voci più autorevoli della dottrina in materia di diritto internazionale. I lavori della giornata di studio ed approfondimento – che prevede crediti formativi per i professionisti e per gli studenti universitari – saranno coordinati dal professore Francesco Manganaro.