fbpx

Taormina, Iscleanair e Olivetti presentano il progetto APA TOTEM in occasione del G7

ISCLEANAIR e Olivetti, partner del progetto “Taormina Smart”, presenteranno, nell’ambito del Summit G7, APA TOTEM

TaorminaPer tutta la durata della manifestazione tre sistemi APA TOTEM saranno in funzione nell’area del parcheggio Le Ninfe a Giardini Naxos, a circa 300 metri dall’Hotel Hilton, adibita a centro di transito e scambio per gli spostamenti da e per la città storica di Taormina e gli aeroporti di Catania e Sigonella. I delegati, i media e i partecipanti al Summit G7 potranno conoscere una tecnologia avanzata a servizio della popolazione e dell’ambiente integrata con soluzioni innovative di servizio di tipo multimediale e multidisciplinare, al fine di rendere disponibili informazioni riguardanti la logistica, gli spostamenti e gli eventi in programma durante l’evento.

APA abbatte le emissioni in atmosfera impiegando solamente acqua, senza alcuna sostanza additiva, con un basso consumo di energia rispetto a prodotti o metodi tradizionali; l’aria, infatti, è aspirata e lavata e reimmessa pulita in atmosfera. Il TOTEM APA, grazie a brevetti e innovazioni di rilievo, è filter–less, cioè non ha filtri che andrebbero smaltiti come rifiuti speciali, e genera solo acqua di raccolta, di facile e semplice smaltimento. Il punto di forza principale di APA è di essere realizzata come tecnologia di servizio per le zone di lavoro, stazionamento e transito delle persone, dagli ambiti industriali e produttivi alle aree di tipo urbano.

Siamo molto soddisfatti di collaborare con Olivetti e mettere a disposizione del G7 e della città di Taormina le soluzioni tecnologiche APA” – ha dichiarato Giuseppe SpantoCEO di IS CLEAN AIR – “Le nostre sono innovazioni integralmente “Made in Italy”, arricchite da competenze e contenuti di Olivetti e del Gruppo TIM per abilitare a soluzioni di servizio operativo, ambientale e sociale che è molto importante presentare e promuovere per sensibilizzare l’opinione pubblica, i media, gli stakeholder e i decision maker sulla fondamentale esigenza d’intervenire con soluzioni concrete, incisive e sostenibili per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo”.

Dopo numerosi anni di ricerca, alla fine del 2011 prendono il via i primi test sul campo di APA, i quali forniscono risposte rilevanti tanto a livello industriale quanto in aree urbane inquinate. Dopo i primi casi pilota, i sistemi APA sono stati sperimentati a lungo con risultati sempre più soddisfacenti e, in particolare, con riscontri molto interessanti durante le applicazioni nell’area passeggeri e negli spazi di lavoro dell’aeroporto di Ciampino e in alcuni centri di raccolta, lavorazione e smistamento di rifiuti. Da alcuni mesi è stato avviato il programma di sviluppo, anche a livello internazionale, ed è stato avviato un ampio dialogo con le amministrazioni pubbliche.

La nostra proposta – conclude Spanto – è concreta per risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico e diventa particolarmente interessante in ottica “Smart City” poiché permette di ripensare e riprogettare gli spazi urbani con proposte di design e di integrare altri strumenti intelligenti per l’ambiente urbano delle città di domani, sempre più affollate, sempre più inquinate. In Italia e all’estero solo ora si affacciano idee e proposte per intervenire a livello suolo; noi abbiamo oltre dodici anni di studi e analisi, know – how, brevetti e strategie flessibili e scalabili e lavoriamo con intensità e passione in collaborazione con amministrazioni, cittadini e aziende per un futuro migliore ”.