Sulle passerelle del Made in Italy: a Palazzo Ferrajoli Home, Summer, Fashion Celestino by Claudio Greco

Maria Josè e Eugenio CelestinoLa Calabria d’inizio Novecento caratterizzata dal primo e  febbrile inizio della produzione tessile  manufatturiera ,dal dualismo economico e dalla separazione tra classi sociali con l’avvento di una esigente borghesia  unicamente attratta dall’alta qualità ,donava al sistema  produttivo italiano il  coraggio ed il valore  di Eugenio Celestino,fondatore dell’omonima azienda tessile nel cuore pulsante dell’ Alto  Jonio Cosentino. Erano i tempi in cui l’amabile charme della  Principessa Maria Josè rappresentava, nei suoi rendez vous, il sigillo di una scelta basata sull’alta qualità e sul pregio esclusivo, erano i tempi in cui essere prescelti dalle sorelle Fontana e da Gattinoni significava rappresentare l’eccellenza italiana sulle prime passerelle di un Made in Italy destinato a dettare sulla scena internazionale  i codici dell’eleganza e dello stile.  Memorie  storiche  ,riprese,reinterpretate in chiave di modernità ed affidate al fashion system contemporaneo da   Caterina Celestino,brillante avvocato  e portavoce dell’Azienda,  saranno le premesse del  Gran debutto sulla scena italiana attraverso il fashion happening  promosso a Roma ,nella sontuosa cornice di Palazzo  Ferrajoli il prossimo 25 Maggio 2017,con inizio alle 19.30. Alla Prima Nazionale di Celestino sfileranno,tra  le opere d’arte di Casa  Ferrajoli, le proposte di una collezione affidata alla versatilità artistica ed al talento dell’  inimitabile art director  calabrese Claudio Greco. Sono tre i momenti previsti per l’esclusiva serata : Home,Summer ed Haute Couture per esprimere,con linguaggi differenti,la bellezza di prodotti di alta qualità, realizzati su tessuti interamente disegnati in trama  dalla sapiente esperienza di maestre ricamatrici  su  telaio artigianale. Il patrimonio archeologico della Magna Grecia,attraverso  i preziosi  reperti delle colonie di Sybari,Copia e Thuri ,sarà il tema dominante delle  collezioni   ispirate  alla scultura bronzea del Toro cozzante risalente al V secolo ,unico esemplare sulla scena mondiale appartenente alla  colonia greca di Copia . L’omaggio all’alto Jonio rivive anche attraverso la scelta del logo Celestino : la cicogna bianca , che secondo il mito di Antigone è il simbolo dell’amore e della fedeltà,  e rappresenta,peraltro ,una specie della famiglia delle Ciconidi che  da qualche anno ripopola i cieli calabresi anche attraverso l’Iniziativa adottata dalla Lipu che ,.per la stagione 2016, ha consentito di a ben cinquantacinque nuovi esemplari i di riprendere il volo dai nidi appositamente costruiti in sinergia con Enel. Alla cicogna bianca sarà dedicato uno speciale omaggio dal Maestro orafo Michele Affidato che,per l’occasione,realizzerà esemplari preziosi in oro e argento. Un parterre de roi accoglierà la serata cui hanno già dato adesione i Principi Guglielmo e Vittoria Marconi Giovannelli, Giuseppe Ferrajoli    ,  La Presidente dell’Istituto Europeo di cultura politica Italide Antonella Freno, la Fondazione Calabria Roma Europa con il Presidente Domenico Naccari ,il Rotary Roma Nord- Ovest  con la Presidente Maria Carla Ciccioriccio ed una folta rappresentanza di  realtà  professionali ed associative . L’evento ed il successivo cocktail di gala sono  già in over booking  ,  dato che le  ultime registrazioni saranno consentite   entro il 16 Maggio 2017. Emozione sincera ed orgoglio animano le giornate di   Caterina Celestino “ La nostra missione è a servizio dei  valori tramandati  sul filo della storia e della cultura, identità preziose di una terra che ci  ammalia con la sua seducente ed inalienabile bellezza.”