Sequestrati “mascheroni in pietra di Siracusa” dispersi nel terremoto del 1908 nel reggino [FOTO]

Immagine 3I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale, Nucleo di Cosenza, unitamente a personale della Polizia Locale di Palmi, coadiuvati dalla locale Compagnia Carabinieri, a seguito di alcune segnalazioni pervenute dalla cittadinanza, hanno espletato un’articolata attività di polizia giudiziaria in merito alla presenza in un’abitazione privata di Palmi di alcuni bassorilievi in pietra di Siracusa, raffiguranti “mascheroni” che decoravano le lunette dei balconi del teatro comunale “Manfroce” di Palmi, andato distrutto nel terremoto del 1908. Le sculture sono state identificate grazie ad un volume custodito nella biblioteca comunale di Palmi e grazie, altresì, ai due esemplari, della medesima fattura, custoditi nella “Casa della cultura Leonida Repaci di Palmi”. Sulla base delle informazioni storiche e artistiche acquisite e di un sopralluogo effettuato dalla Polizia Locale di Palmi, che ne confermava la presenza, visibile da chiunque, nell’abitazione segnalata, si è informata la Procura della Repubblica di Palmi. In esecuzione del provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria si è proceduto a sequestrare cinque bassorilievi e altri 7 elementi decorativi in pietra su cui sono in corso accertamenti tesi a verificarne la provenienza e a denunciare 2 cittadini italiani per il reato di ricettazione in concorso.