Reggio Calabria: all’Università “Dante Alighieri” il seminario “Per una nuova Sociologia della Pena – Una sfida multidisciplinare ed interculturale”

All’Università “Dante Alighieri” di Reggio Calabria si svolgerà il seminario “Per una nuova Sociologia della Pena – Una sfida multidisciplinare ed interculturale”

seminario dante alighieriVenerdì 19 maggio dalle ore 9:00 alle ore 18:00 presso l’Aula Magna “Italo Falcomatà” dell’ Università per Stranieri “Dante Alighieri” di Reggio Calabria e sabato 20 maggio dalle ore 9:00 alle ore 13:00, presso la Sala Conferenze di Palazzo “Corrado Alvaro“, si terrà il Seminario di studi dal titolo “Per una nuova Sociologia della Pena – Una sfida multidisciplinare ed interculturale“. Relazioneranno, fra gli altri, il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria, Roberto Di Bella; il Procuratore Capo della Repubblica di Reggio Calabria, Cafiero de Raho; il Presidente della Commissione Giustizia del Senato, Nico D’Ascola; il Garante Nazionale dei diritti dei detenuti, Mauro Palma; la Dirigente Nazionale del Dipartimento della Giustizia Minorile, Isabella Mastropasqua; la Direttrice delle carceri reggine, Maria Carmela Longo. Il Seminario rientra nelle attività didattiche del Master Universitario in “Mediazione Penale e Culturale“, il cui Direttore Organizzativo è il Garante comunale dei diritti dei detenuti, Agostino Siviglia che, insieme alla sociologa Tiziana Tarsia, presenterà e modererà i lavori del Seminario. Si approfondiranno i temi della potestà genitoriale in contesto familiare di criminalità organizzata; l’inesplorato tema della rieducazione della pena in contesto di criminalità mafiosa; l’evoluzione del disegno di legge di riforma penale e penitenziaria; la presa in carico territoriale dei soggetti più deboli (stranieri, in specie i minori non accompagnati, tossicodipendenti, donne).
Sarà proiettato il cortometraggio “Hakuna Matata“, girato presso il carcere di Via San Pietro di Reggio Calabria, che racconta la storia vera di due detenuti vista con gli occhi dei loro familiari e, in particolare, dei figli minori. Insomma, una due giorni ricca di approfondimenti sul delicato fronte dell’esecuzione penale che, soprattutto alle nostre latitudini, richiede la formazione di professionisti competenti per fronteggiare con efficacia i gravi fenomeni criminali. L’evento è accreditato presso gli Ordini professionali degli Avvocati e degli Assistenti Sociali e riconosce crediti formativi per gli studenti universitari di Giurisprudenza e della “Dante Alighieri” ed è gratuito e aperto al pubblico.