Reggina, un ricordo di Mohamed Kallon: il calciatore che ha “segnato” la storia di una città

Mohamed Kallon è l’autore del primo storico gol amaranto in massima serie, contro la Juventus

MIRKO GUARRIELLO

MIRKO GUARRIELLO

La prima stagione nella massima Serie per una città non si scorda mai. Non importa se ci si salvi o meno, ma essere già lì tra le big del calcio è per molte realtà un traguardo storico ed indimenticabile. Proprio a Reggio Calabria il nome di Kallon esce finalmente allo scoperto. Giocatore osannato prima e messo da parte successivamente, l’esperienza calcistica in Italia non parte con il piede giusto, gioca poco e la giovanissima punta africana fa inizialmente fatica a mostrare tutte le sue qualità e per questo motivo viene mandato a farsi le ossa  in giro per lo stivale: Bologna, Genoa (prestito in Serie B dove realizza 10 gol in 26 presenze) e successivamente Cagliari. In Sardegna non entusiasma… anzi delude, vuoi la squadra, vuoi i suoi errori, Kallon ha bisogno di esprimersi ed a Cagliari spesso e volentieri è vittima di insulti e offese fin troppo pesanti.

Kallon1Mohamed  si sposta all’estremo sud dell’Italia… in una piazza già calda di suo e che vive di entusiasmo grazie alla prima storica promozione in Serie A raggiunta all’ultima giornata contro il Torino al delle Alpi. Destino, casualità, fato, proprio ai piedi della Mole Antonelliana ed in quello stesso stadio Mohamed Kallon segna la storia di una città e di un intero popolo. Sembrerebbe apparentemente facile innamorarsi di chi, alla prima partita proibitiva e contro la più blasonata Juventus, realizzi un gol che oltre la rete, gonfi gli occhi di migliaia di reggini che all’incornata di testa esplodono, si abbracciano e piangono per una gioia mai provata prima. Mohamed Kallon pareggia di testa la rete di Pippo Inzaghi e mette a segno la prima storica rete degli amaranto nella massima serie.

Non solo per la prima storica realizzazione, ma soprattutto per le splendide prestazioni, il giocatore della Sierra Leone, diviene l’ idolo della tifoseria amaranto che a suon di gol e assist trascina la Reggina alla miracolosa salvezza 11 le reti nellla stagione 1999-2000. Dotato di un notevole bagaglio tecnico e grande spirito di sacrificio dal destro naturale ma in grado di calciare con entrambi i piedi; difficile considerarlo una prima punta, a Reggio ha avuto carta bianca… è stato capace di ricoprire ottimamente diverse posizioni nel reparto avanzato e ha messo in mostra le sue caratteristiche migliori: visione di gioco e qualità di impostazione….oltre i gol ovviamente.

Kallon vs JuventusDifficile dimenticarlo!! A Reggio ancora oggi brillano gli occhi a parlar di quella partita e di quella stagione: Andrea Pirlo, Roberto Baronio, Ezio Brevi, Stovini, Possanzini; l’amicizia con Pirlo, definito “un fratello e non un compagno”. Per la Reggina, squadra proiettata a gareggiare nel colosseo della salvezza, la traversata nel misterioso limbo della Serie A si è conclusa con la prima salvezza degli amaranto e l’immagine indelebile del primo storico gol di Mohamed Kallon.