Messina, il consigliere Libero Gioveni sulla segnaletica stradale dopo il Giro d’Italia

Il consigliere comunale Libero Gioveni ha parlato della questione legata alla segnaletica stradale che dopo il Giro d’Italia non è ancora stata reintrodotta

Libero GioveniIl sottoscritto Libero Gioveni, nella qualità di consigliere comunale, in riferimento all’interrogativo riportato in oggetto, Vi significa più specificatamente quanto segue, al fine di avere chiarimenti in merito:

Fra apprezzamenti, polemiche e presunti “pizzi” pagati in passato (tutti chiaramente da verificare), l’intera macchina organizzativa comunale per il Giro d’Italia aveva dato il via nelle ultime settimane ad un impressionante “tour de force” nel quale, fra i vari interventi a largo raggio, vi è stato anche quello relativo alla manutenzione straordinaria delle strade cittadine per decine di migliaia di metri lineari!

Ciò che però salta all’occhio adesso (rifiuti a parte) è senz’altro il fatto che il lungo “tappeto nero” che ha ricoperto le strade comunali da sud a nord è, appunto, fin troppo “nero”, nel senso che non vi è traccia alcuna di segnaletica orizzontale (strisce pedonali, linee di mezzeria ecc.) che, decoro a parte, servirebbe soprattutto a garantire la sicurezza!

Inutile rimarcare il fatto che, specie su determinati punti strategici (scuole, incroci, mercati, attività commerciali ecc.) la segnaletica orizzontale assume il carattere dell’improcrastinabilità!

Tra l’altro, mi preme altresì evidenziare (in riferimento anche ad una mia precedente interrogazione sull’argomento nella quale si lamentavano i ritardi o l’assoluta assenza di una gara per il rifacimento delle segnaletica), che la mancanza di questo servizio, oltre a procurare un potenziale pericolo sulle strade, sta generando enormi disagi anche ai cittadini disabili aventi diritto allo stallo personalizzato, i quali attendono da mesi la necessaria striscia gialla a terra, nonostante siano già in possesso di regolare ordinanza.

Né tanto meno si possono giustificare ulteriori ritardi dovuti alla mancata approvazione del Bilancio in quanto la gara per la segnaletica doveva essere espletata in relazione al Previsionale 2016, approvato nel lontano 5 dicembre 2016.

Pertanto, in virtù di tutto quanto sopra esposto, il sottoscritto consigliere comunale

i n t e r r o g a

il sig. sindaco e il sig. assessore al fine di conoscere:

  1. i motivi che ancora ostano all’affidamento del servizio;
  2. quanto tempo ancora occorrerà per poter eseguire il necessario rifacimento della segnaletica orizzontale a garanzia della pubblica sicurezza.