fbpx

Villa San Giovanni (Rc), Pd: verso la coalizione del buon senso e del cambiamento

Lunedì 10 aprile si è tenuto un nuovo incontro con tutte le componenti politiche impegnate a Villa San Giovanni

comune-villa-san-giovanniLunedì 10 aprile si è tenuto un nuovo incontro con tutte le componenti politiche impegnate, a Villa San Giovanni, per dar vita a quella che possiamo ben definire la coalizione del buon senso e del cambiamento, chiamata – a partire dal forte impulso del Partito Democratico – a conciliare buon amministrare ed istanze popolari, questione sociale e tutela delle fasce deboli, in modo da mettere in campo – insieme – l’offerta politica migliore per concorrere alle prossime elezioni comunali che si terranno l’undici Giugno. Proprio a tal fine, il Partito Democratico si è assunto la responsabilità di produrre l’indicazione del candidato a Sindaco per la Coalizione e nella riunione predetta – in virtù dei passaggi politici operati all’interno del circolo territoriale ed in conformità alle direttive metodologiche pervenute dal quadro istituzionale del Partito, sia provinciale che regionale – la delegazione trattante ha indicato il nome dell’Arch. Salvatore Ciccone, quale dirigente investito del mandato esplorativo diretto a verificare la convergenza dell’intera coalizione su un progetto, un programma, una lista, che metta al centro Villa San Giovanni ed i suoi interessi sotto l’egida del principio di legalità, di buona amministrazione, di competenza, di esperienza e dedizione al bene comune.

Le forze politiche: Area Popolare con il suo ex gruppo consiliare, Cittadini Responsabili rappresentati dall’ex consigliere Massimo Morgante, l’area dell’associazionismo legata all’ex presidente del consiglio comunale Patrizia Liberto, hanno – con questo passaggio – definitivamente sancito la loro alleanza con il Partito Democratico di Villa San Giovanni, decidendo di veicolare presso le proprie rispettive organizzazioni l’indicazione “democratica” di Salvatore Ciccone, in modo da garantire tutti gli opportuni passaggi politici e di consenso legati all’espressione comune del candidato a Sindaco della Città dello Stretto.