fbpx

Villa San Giovanni, Dieni: “il futuro passa da una nuova generazione politica”

dieni villa san giovanni«Il futuro di Villa San Giovanni passa da una nuova generazione politica e dalla capacità di rispettare un territorio che per troppo tempo è stato violato». È quanto ha affermato ieri la deputata Federica Dieni, nel corso dell’evento “Punto sull’ambiente”, organizzato dal Movimento 5 Stelle di Villa San Giovanni. Oltre a Dieni, all’incontro hanno partecipato il deputato Paolo Parentela e decine di attivisti locali e di sostenitori.
Durante la discussione sono state affrontate le principali questioni legate alla situazione ambientale della cittadina dello Stretto: dalla cementificazione selvaggia alla non potabilità delle acque, dall’inquinamento elettromagnetico a quello atmosferico come conseguenza del massiccio attraversamento dei mezzi pesanti da e per Messina.
«In questi anni – ha spiegato Dieni – abbiamo cercato di portare i problemi più importanti di Villa all’attenzione del Parlamento. Lo abbiamo fatto per la “Variante di Cannitello”, una colata di cemento il cui impatto ambientale avrebbe dovuto essere ridotto con i fondi promessi dal ministero e mai arrivati; abbiamo condotto battaglie contro l’amianto e per il suo smaltimento; per la rilevazione delle sostanze inquinanti nelle acque, particolarmente nocive per la salute delle persone. Da parte delle istituzioni locali e regionali non sono però mai arrivate le risposte e gli interventi attesi».
«Il Movimento – ha aggiunto la parlamentare – sta sempre attento ai problemi dei cittadini, pur senza avere rappresentanti eletti in consiglio regionale o in altre realtà, come quella di Villa. Cerchiamo di portare l’attenzione necessaria su temi dimenticati per mettere al centro le persone e assicurare loro una vita normale. Per tantissimo tempo, tuttavia, la politica è stata intesa come miglioramento della propria condizione sociale, e questo ha aperto la strada a personaggi senza arte né parte, a chi non ha competenze e non sa fare nulla. Noi, invece, ci siamo impegnati con passione, già dal 2013, quando nessuno avrebbe scommesso sul successo del Movimento, perché sapevamo di poter portare la voce dei cittadini nelle istituzioni».
«Non sappiamo – ha continuato Dieni – in quali condizioni si trovi il bilancio del Comune, ma con i ragazzi del Meetup e con tutti gli altri attivisti ci vogliamo comunque mettere la faccia in modo disinteressato. Ci crediamo e siamo convinti che l’unica soluzione per Villa San Giovanni sia il M5S. Siamo qui a invitare i cittadini che vogliano impegnarsi e che posseggano i requisiti richiesti dal Movimento a farsi avanti e a schierarsi nella nostra lista. Abbiamo bisogno delle idee di chi vive quotidianamente questa realtà: chiediamo partecipazione, laddove chi ha amministrato fino a oggi ha preteso e ottenuto una delega in bianco».
«Nei prossimi giorni – ha concluso Dieni – inaugureremo un punto d’incontro, grazie a una raccolta fondi. Non promettiamo favori personali, ma ci impegniamo a portare nelle istituzioni persone volenterosi e oneste. Alternative non ce ne sono, gli altri partiti sono in difficoltà e litigano tra loro per le candidature. Una cosa è certa: chiunque verrà fuori da quelle liste sarà sempre il frutto del precedente sistema. Noi stiamo lavorando sul territorio da tanto tempo e in modo disinteressato. Ora abbiamo bisogno che i cittadini villesi ci diano una mano».