Serie A: Juve a +8 sulla Roma, l’Empoli chiude il discorso salvezza

LaPresse/ Fabio Ferrari

LaPresse/ Fabio Ferrari

di Claudio Corso- Non mancano le emozioni in questo 32 turno del campionato di Serie A, disputatosi nella giornata del sabato precedente la Pasqua; si inizia subito forte con l’anticipo delle 12:30 Inter-Milan, il primo derby cinese a tutti gli effetti dopo il closing rossonero che ha segnato la fine dell’era di Berlusconi dopo 31 anni pieni di gioia e trofei che hanno permesso al Milan di piazzarsi tra i club più titolati del mondo. Il match si disputa a ritmi alti sin dall’inizio con il Milan pericoloso dalle parti di un super Handanovic ma sono i nerazzurri a passare in vantaggio con Candreva e a raddoppiare allo scadere della prima frazione di gioco con Icardi approfittando delle amnesie della retroguardia rossonera. Nella ripresa l’Inter spreca le varie opportunità per chiudere il match e subisce al minuto 83’ il gol di Romagnoli che riaccende la speranza milanista e, come fosse un film, il destino decide di restituire al Milan ciò che gli era stato sottratto all’andata : al minuto 97’ infatti, nell’ammucchiata finale, Zapata realizza, con l’aiuto della goal-line technology, il gol del definitivo 2-2 che permette ai rossoneri di mantenere il sesto posto con due lunghezze di vantaggio sui rivali nerazzurri.

Alle 3 sono ben 7 i match in programma : Pescara-Juventus, Roma-Atalanta, Genoa-Lazio,Fiorentina-Empoli, Cagliari-Chievo, Torino-Crotone e Palermo-Bologna. Continua a viaggiare ad alta velocità la capolista Juventus che conquista i 3 punti anche a Pescara grazie ad Higuain che realizza una doppietta e archivia il match già nei primi 45’ di gioco; con questa vittoria la Juventus si porta a quota 80, a ben 8 lunghezze dalla Roma bloccata in casa dall’Atalanta. Con il match appena conclusosi all’Olimpico, può probabilmente considerarsi chiusa la corsa allo scudetto con la resa definitiva della Roma che non va oltre il pari nel match interno contro l’Atalanta. Gli ospiti passano inizialmente in vantaggio con Kurtic che insacca con un bellissimo tiro al volo su assist di Conti ma poi vengono riacciuffati nella ripresa da Dzeko che sfrutta la sponda di Salah e da pochi passi batte Gollini. La Roma deve anche fare i conti con la sfortuna che nega più volte il vantaggio : De Rossi prima e Nainggolan poi infatti colpiscono due legni che salvano l’Atalanta e permettono di far iniziare il countdown per il sesto scudetto consecutivo a tinte bianconere.

Pari e spettacolo allo stadio Marassi dove Genoa e Lazio pareggiano 2-2, dividendosi la posta in palio; Simeone sblocca il match dopo un lungo digiuno con un bel colpo di testa ma il Grifone viene raggiunto da Lucas Biglia che si fa parare il rigore ma è il più lesto di tutti a lanciarsi sulla respinta e depositare in rete per l’1-1. Nella ripresa la Lazio sciupa l’occasione del vantaggio e subisce la rete del 2-1  finale che porta la firma di Goran Pandev, grande ex della partita. Con questo pareggio dunque la Lazio non migliora la propria posizione in classifica e viene agguantata dall’Atalanta. Sconfitta clamorosa della Fiorentina che, davanti ai propri tifosi, perde malamente il derby toscano con l’Empoli per 1-2. Gli ospiti passano in vantaggio grazie ad El Kaddouri ma nel secondo tempo vengono ripresi da Tello che realizza l’1-1 con un tiro piazzato che non lascia scampo a Skorupski. Quando il match sembra ormai finito però, l’arbitro assegna un calcio di rigore in favore dell’Empoli : sul dischetto si presenta l’ex Pasqual che batte Tatarusanu e sigla quello che è molto probabilmente il gol salvezza. Con questa vittoria l’Empoli si porta a +5 sul Crotone. Proprio i pitagorici non vanno oltre il pari con il Torino e abbandonano il sogno salvezza; non basta infatti il gol siglato da Simy nei minuti finali per regalare ai calabresi la possibilità di continuare a sperare nell’impresa salvezza. Il match termina infatti 1-1, per i granata il gol è stato realizzato dall’infermabile Belotti. Il Cagliari sconfigge il Chievo mettendo il risultato in cassaforte già nel primo tempo con i gol di Borriello, Sau e Joao Pedro che nella ripresa trova anche la doppietta personale per il 4-0 finale che permette ai padroni di casa di raggiungere proprio i clivensi in classifica a quota 38 punti. 0-0 invece tra Palermo e Bologna; il 32 turno si concluderà in serata con i posticipi Sassuolo-Sampdoria alle 18 e Napoli-Udinese alle 20:45.