fbpx

Reggio Calabria, venerdì incontro Comune-Sorical

palazzo san giorgioE’ fissato per venerdì prossimo 28 aprile, alle ore 12 a Reggio, l’incontro tra il Comune e la Sorical. Lo hanno definito questa sera nel corso di una telefonata il sindaco Giuseppe Falcomatà e il commissario liquidatore Luigi Incarnato. Oggetto della riunione tecnica è la crisi idrica che sta attraversando la città di Reggio Calabria. “La cultura della responsabilità ci impone di risolvere i problemi celermente perché l’acqua è bene primario dei cittadini”, commenta il commissario liquidatore Luigi Incarnato. “Dal primo giorno in cui mi sono insediato in Sorical, su preciso mandato del presidente della Regione Mario Oliverio, – ricorda Incarnato – sono state affrontate le principali emergenze ereditate da anni di mancati investimenti a causa delle note difficoltà finanziarie della Sorical. In attesa che la Regione ridisegni il sistema del servizio idrico integrato, è stato predisposto un piano di investimenti per affrontare le situazioni più critiche. In pochi mesi, rimanendo solo alla provincia di Reggio Calabria, sono stati riaperti i cantieri per il completamento della Diga del Menta la cui ultimazione è prevista per l’autunno, e affrontate le emergenze dell’acquedotto Tuccio, entrato in crisi per i continui smottamenti a seguito di eventi calamitosi. Anche sulla condotta Calopinace, quella che transita sotto il costruendo Palazzo di Giustizia che il Comune, e non Sorical, ha fatto deviare, non siamo stati inermi e ora è il momento di trovare una soluzione definitiva.” Le cause delle continue rotture sono chiare e sicuramente da correlarsi ad una serie di carenze e superficialità della ditta che tra il 2003 ed il 2004 ha effettuato i lavori per conto del Comune e che ha utilizzato materiali di dubbia qualità, tale che oggi, a poco più di un decennio dalla loro installazione, le condotte sono pressoché inservibili. Una vicenda, come è stato già spiegato più volte all’opinione pubblica, che vede Sorical parte lesa, costretta a far fronte a continue emergenze, sostenendone tutti gli ingenti costi. In tal senso abbiamo già da mesi predisposto il progetto esecutivo di una nuova variante, su un tracciato del tutto nuovo, che non crei problemi o servitù al palazzo di giustizia. La riunione di venerdì tra Sorical e Comune servirà per definire tempi e modi per aprire subito il cantiere.