Reggio Calabria, sabato iniziativa dell’Associazione Culturale Anassilaos

poesiaIn occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore 2017, proclamata nel 1995 dalla Conferenza Generale dell’Unesco, l’Associazione Culturale Anassilaos, congiuntamente con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Calabria e la Biblioteca “Pietro De Nava” propone una tavola rotonda che si terrà sabato 22 aprile alle ore 16,45 presso la Villetta de Nava della stessa biblioteca civica. Il  giorno prescelto dall’Unesco  per la celebrazione della Giornata del Libro, che si svolse per  la prima volta nel 1996, fu il 23 aprile, giorno in cui cade la ricorrenza  della  morte di alcuni grandi scrittori,  tra i  quali Cervantes e Shakesperare. Scopo della Giornata è quello di “incoraggiare a scoprire il piacere della lettura e a valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità”. La tavola rotonda proposta da Anassilaos si propone dunque di affrontare alcune tematiche relative al libro e all’editoria italiana con particolare attenzione a quella meridionale e reggina coinvolgendo le case editrici, i librai, gli autori e infine i lettori che sono poi il punto terminale della produzione libraria nel nostro paese. All’incontro prenderanno parte Domenico Laruffa, della Laruffa Editore, Domenico Polito, della Leonida Edizioni in rappresentanza delle case editrici reggine; Nicolino Barsanti, Agente Rappresentante Regionale Gruppo Mondadori, uno dei gruppi editoriali più importanti che opera nel nostro Paese, a rappresentare l’editoria nazionale e , infine,  un libraio “puro” Fabio Saraceno, della Libreria Nuova Ave. I temi sul tappeto sono numerosi e complessi anche e soprattutto per quanto riguarda la piccola editoria – “piccola” non certo per la qualità degli autori e delle opere pubblicati – sia sul piano della distribuzione a livello nazionale dei libri editi sia per quanto riguarda il sostegno pubblico, regionale, ad una attività che al di là del mero aspetto economico investe la promozione della cultura in un dato territorio e la valorizzazione di autori (scrittori, poeti, saggisti) molto spesso meritevoli di una platea nazionale ma confinati talora ad una dimensione locale. I casi letterari del passato – Lorenzo Calogero per fare soltanto un esempio – indicano quanto sia importante che l’editoria “territoriale”, la sola capace di scovare nuovi autori e giovani talenti, sia sostenuta e supportata.     A condurre e moderare l’incontro sarà Stefano Iorfida, Presidente dell’Associazione Anassilaos mentre gli  Amici del Lunedì di Anassilaos accompagneranno di diversi interventi con letture e riflessioni sul libro di grandi Autori.