fbpx

Reggio Calabria: la Città Metropolitana attenta agli studenti della Locride

riunione scuole locri 28 apr 2017I ragazzi degli istituti di Locri sono già rientrati nelle nuove classi, potranno concludere l’anno scolastico in sicurezza e sostenere gli esami, anche le prove tecniche di laboratorio,  senza alcun disagio.

Sono queste le conclusione dell’importante riunione che si è svolta oggi a palazzo Corrado Alvaro per fare il punto a seguito del sequestro, nell’ambito dell’operazione Euroscuola,   dell’Istituto statale d’arte “Panetta” e dell’Istituto professionale statale per l’industria e l’agricoltura – Ipsia di Locri.

Alla riunione, presieduta dal vicesindaco della Città Metropolitana, Riccardo Mauro, hanno preso parte il consigliere metropolitano delegato all’Edilizia scolastica, Demetrio Marino, il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Diego Bouchè, Ernesto Zizza per l’Ambito territoriale di Reggio Calabria, i dirigenti dell’Ente, Giuseppina Attanasio e Giuseppe Mezzatesta, la dirigente scolastica dell’Istituto statale d’arte “Panetta”, Giovanna Autelitano e l’avvocato Angela Marra.

“L’incontro di oggi – ha dichiarato il vicesindaco – è stato utile per trovare soluzioni adeguate a garantire la conclusione dell’anno scolastico e per ribadire, ancora una volta, che siamo impegnati quotidianamente a tutelare il diritto allo studio dei ragazzi. Ringrazio il  dottore Diego Bouchè – ha poi aggiunto –  per la sensibilità e la concretezza del suo operato, siamo schierati dalla stessa parte per fare fronte comune contro le emergenze che stanno interessando le nostre scuole. Il sindaco Giuseppe Falcomatà – ha quindi concluso Mauro – già la prossima settimana presenterà un piano di nuovi interventi che interesseranno alcuni edifici scolastici del comprensorio metropolitano”.    

“E’ stato fatto un lavoro di squadra – ha invece detto il consigliere Marino – che ci consente di poter affermare con tranquillità che i ragazzi dell’Istituto d’arte affronteranno  gli Esami di Stato presso il Liceo Artistico di Siderno e il Liceo Classico di Locri, dove abbiamo già recuperato altre aule grazie ai lavori disposti nell’immediatezza del sequestro, così come i ragazzi dell’Ipsia si cimenteranno nella prova d’esame nei laboratori ospitati nelle due sedi di Siderno, dove già adesso stanno seguendo le lezioni di fine anno.

“Grazie all’ottimo lavoro prodotto dai nostri dirigenti in costante confronto con le autorità giudiziarie – ha poi concluso il delegato metropolitano – e alla sinergia che si è creata con i dirigenti delle scuole e l’Ufficio scolastico provinciale e regionale, siamo riusciti ad affrontare questa inaspettata sofferenza di plessi, superando gli ostacoli e avendo ben presente l’interesse degli studenti”.

“A conclusione dell’incontro di oggi – ha invece rivelato Bouchè, direttore dell’Ufficio scolastico regionale – sono ottimista per il futuro e grato all’Amministrazione metropolitana per quanto ha voluto e saputo fare. Ero sinceramente preoccupato per il regolare svolgimento degli Esami di Stato e per il futuro degli istituti sequestrati. Mi accorgo che, grazie all’impegno di tutti,  non solo si garantisce la conclusione dell’anno scolastico, ma si è deciso di investire energie e fondi per rendere ancora più interessante l’offerta formativa della locride, garantendo per il prossimo anno edifici e servizi più moderni”.