Reggio Calabria: il 25 aprile il ricordo della Resistenza e le riflessioni sulla Costituzione

L’Anpi di Reggio Calabria commemora la giornata del 25 aprile per ricordare gli eventi e riflette sulle attese speranze di allora

Reggio Calabria dall'altoAnche quest’anno l’ANPI di Reggio Calabria il 25 aprile, Festa della Liberazione, lo celebrerà alla Villa Comunale presso la Stele del Partigiano, non tanto con spirito commemorativo, anche se il ricordo dei combattenti per la libertà è sempre vivo, quanto con l’intento di compiere un atto di memoria attiva che vuol dire ricordare gli eventi, la Resistenza, la Liberazione, ma riflettere soprattutto sulle attese e le speranze di allora e su quante di esse si sono realizzate o si stanno realizzando. Un 25 aprile, dunque, di ricordo, ma anche di festa, perché è sempre bello ritrovarsi insieme con le cittadine ed i cittadini, con la gioia e il piacere dell’incontro e dell’impegno. Mai perdere il concetto di festa, perché la Liberazione fu un grande giorno di gioia, per esserci liberati dai tedeschi e dai fascisti e perché si trattava di cominciare una nuova vita, sotto il profilo sociale, politico, economico, etico. La felicità e la gioia sono sentimenti che non contrastano con i ricordi anche più dolorosi, perché dobbiamo saper vivere nel presente con la consapevolezza di sempre, ma anche con quella capacità di sorriderci ed abbracciarci, che è il simbolo della fratellanza, della solidarietà, dell’uguaglianza nella libertà. Oggi, più che mai, visti i tempi difficili e duri in cui viviamo, ce n’è veramente bisogno. Vicende terribili e guerre scuotono il mondo, spesso con una violenza che speravamo di aver superato e “dimenticato” ed invece essa è ancora lì a ricordarci la brutalità ed il sopruso, sempre in agguato ovunque. Al tempo stesso, il 25 aprile è una festa dedicata all’impegno per realizzare e diffondere i valori per i quali si combatté nella Resistenza, valori che, grazie all’impegno ed alla saggezza dei Costituenti, furono trasfusi nella Costituzione, la nostra Carta fondamentale che non solo è da difendere ma soprattutto da attuare e da realizzare.Quest’anno ricorre l’Anniversario della Costituente, dell’anno (1947) in cui fu discussa ed approvata la Costituzione, che fu una mirabile sintesi di diverse scuole di pensiero. Costituzione che oggi è ancora viva ed attuale, al punto di suscitare impegno e passione di quanti in essa si riconoscono e l’hanno difesa. Con questa consapevolezza l’ANPI di Reggio Calabria invita tutte e tutti, cittadini ed istituzioni (politiche, religiose e militari) a partecipare all’evento programmato per la mattina di martedì 25 aprile 2017 nell’ area antistante la Stele del Partigiano, all’interno della Villa Comunale di Reggio Calabria, alle ore 10,30. Evento progettato dall’ANPI attraverso due linee di continuità, da un lato con la felice scelta di Italo Falcomatà che fu tra i protagonisti della decisione di adottare la Stele del Partigiano quale unico luogo simbolico a Reggio Calabria per ricordare la Liberazione, dall’altro con l’ormai consolidata e partecipata iniziativa della Corrireggio, che scelse la data del 25 aprile per realizzare la corsa podistica. Tra le iniziative programmate dall’ANPI propedeutiche al 25 aprile, domani, sabato 22 aprile, sarà presentato il libro di Giorgio Castella, “Lotte e Libertà. Storie di donne e uomini antifascisti della Provincia di Reggio Calabria”, a Siderno, alle ore 10,00, presso l’IPSIA.